La Giunta Comunale di Brugnaro sta studiando un programma per valorizzare le Isole della Laguna Veneta e attirare le persone in vista della stagione estiva

Ci sono dei luoghi nascosti, o meno conosciuti, di Venezia. Si tratta delle meravigliose Isole della Laguna che spesso sono difficili da raggiungere. Il Sindaco Brugnaro sta studiando, assieme alla sua Giunta, come risolvere questo problema in vista dell’estate. Le Isole sono luoghi vivi, dove abita una popolazione che si dà da fare, e anche delle squadre sportive attive tra cui il Calcio Pellestrina, il Lido di Venezia, il Nettuno Lido e il Nuovo San Pietro Calcio, che ogni domenica affrontano tanti spostamenti per poter giocare.

Riccardo Roiter Rigoni ha scattato delle foto dall’alto che mostrano una Laguna inedita.  Il Delegato alle Isole della Laguna di Venezia, Alessandro Scarpa Marta, conosce i segreti del territorio e ha pensato di fare qualcosa di utile per la comunità e per le persone che ci vivono, innanzitutto creando una pagina su Facebook chiamata “Isole della Laguna. fascino, bellezza, cultura e tradizioni”. In questo modo sia la persona locale, che lo studente o il visitatore può conoscere l’universo che si nasconde in queste Isole. Si spera in un futuro di poter pubblicare anche un libro con delle foto e racconti particolari.

Alcune di queste Isole sono davvero difficili da raggiungere, in particolare quella degli Armeni, San Servolo, San Clemente, San Francesco del Deserto che è legata agli orari del Convento, Mazzorbo e Mazzorbetto. Altre subiscono il problema del sovraffollamento come Murano, Burano e Torcello. Sicuramente serve una maggiore vigilanza per risolvere e alleviare questi squilibri. In vista dell’estate, comunque, i turisti troveranno più servizi e collegamenti, ma anche iniziative interessanti. Tra queste il progetto slow food legato agli itinerari enogastronomici per far scoprire i prodotti tipici di ogni isola come l’uva antica, il carciofo violetto, le “castraure”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here