Peschereccio contro una briccola a Ca' Roman: affonda - TeleVenezia

Nelle prime ore della giornata odierna, il peschereccio “Riccardo T.”, dopo aver colpito una briccola in zona Ca’ Roman, è affondato. Fortunatamente senza gravi conseguenze.

I soccorsi

Già dalla tarda serata di ieri, alla sala operativa della capitaneria di porto di Venezia, iniziavano a giungere notizie relative alla navigazione insolita di un peschereccio di Chioggia, il quale, con repentini cambi di rotta, sembrava non essere in grado di rientrare in porto.

Contatta via radio, il conduttore del peschereccio affermava di essere tranquillamente all’imboccatura del porto di Chioggia, mentre dalla strumentazione della sala operativa, risultava invece trovarsi all’altezza di Malamocco, nel canale di ingresso, costituendo peraltro intralcio all’ingresso delle navi direzione porto di Venezia.

A dire del comandante, le difficoltà di navigazione erano da imputarsi a un temporaneo malfunzionamento di un radar. Il mezzo di vigilanza del Mose si avvicina all’imbarcazione per prestare assistenza.

Il comandante del peschereccio, dopo aver rifiutato i soccorsi, sceglieva di ormeggiare a Pellestrina lato laguna, per passare la notte e riprendere il viaggio il mattino seguente.

Peschereccio affondato

Ma contrariamente da quanto comunicato dall’uomo, lo stesso si rimetteva in moto non appena i militari della guardia costiera si erano allontanati, per finire poco dopo, contro una briccola all’altezza di Ca’ Roman, provocando l’affondamento dell’unità.

Sono tutt’ora in corso gli accertamenti del caso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here