Servizi Economia e società

Acqua alta, Brugnaro: i risarcimenti dal 15 aprile

Stamane il sindaco Luigi Brugnaro ha annunciato che dalla prossima settimane saranno risarciti i danni per l'acqua alta del 12 ottobre e partiranno lavori pubblici per 40 milioni di euro

Un buon inizio per rialzarsi, dopo due catastrofi di dimensioni apocalittiche a Venezia. Da mercoledì 16 aprile chi ha le domande in ordine sarà finalmente risarcito dei danni subiti dall’acqua granda del 12 ottobre scorso. Lo ha annunciato oggi, in una conferenza stampa, il sindaco Luigi Brugnaro, spiegando che i risarcimento saranno possibili grazia all’arrivo del denaro depositato presso la sede della banca d’Italia nel conto della protezione civile a Venezia. RIVEDI LA DIRETTA DELLA CONFERENZA STAMPA

L’acqua alta e i risarcimenti

Per tutti coloro che hanno avuto danni più ingenti e viene loro richiesta una perizia, i termini entro i quali presentare i moduli sono stati prorogati al 31 ottobre, data scelta anche alla luce delle difficoltà nate in queste settimane con la pandemia da Coronavirus.

Lavori pubblici

Non solo risarcimenti per i privati, ma un po’ di coccole anche per la città danneggiata qua e la. L’altra buona notizia è l’iniezione di 46 milioni di euro tra le aziende edili per lavori pubblici di ripristino dopo l’inondazione, che cominceranno a breve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close