Servizi Economia e società

Relitti nella laguna: a caccia delle 80 barche con Paolo Cuman

Barche abbandonate nella laguna. Paolo Cuman, anima dei canottieri di punta san giuliano è andato a scovarle tra le barene per mostrarcele. Lancia un appello per la la loro rimozione dato che deturpano il fascino della laguna

Il consulto della laguna media si è occupato , in questo periodo, del problema dei relitti di imbarcazioni abbandonate a marcire nei canali della laguna. Paolo  Cuman, responsabile della Canottieri di Mestre, è sceso in acqua con altre otto persona per fare un vero e proprio censimento dei relitti.

I relitti della laguna

Cuman ha documentato la situazione nelle zone di Punta San Giuliano, Canal Salso, Forte Marghera e l’intero Osellino. Le immagini registrate mostrano numerose imbarcazioni a diversi gradi di disuso e usura. Alcune imbarcazioni arrugginiscono legate ai pali, altre affondano in mezzo alla vegetazione lagunare. Un relitto che ci viene mostrato è così vecchio da essere ridotto allo scheletro dello scafo.  Il responsabile lamenta il fatto che in assenza di un servizio di smaltimento apposito per questi veicoli, questa è la soluzione per cui alcuni optano.

Cuman va poi a concludere il suo rapporto video mostrando le condizioni del canale delle Rotte. Le centinaia di pali di sostegno delle rive sono completamente marciti, il che ha causato alcuni di staccarsi dalle pareti del canale e affiorare a fior d’acqua verso l’interno del corso d’acqua, causando un possibile serio pericolo per la navigazione.

Questa documentazione video diventa quindi una vera e propria protesta tanto contro le pratiche inopportune degli utenti quanto contro la mancanza di manutenzione della laguna da parte dei responsabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Disattiva AdBlock per sostenerci

Televenezia ogni giorno mette a disposizione informazioni e contenuti gratuiti. La libertà d'informazione deve essere sostenuta e Televenezia lo fa anche grazie ai banner pubblicitari. Sostienici e disattiva AdBlock