cannes
Il poster ufficiale di Cannes 72, dedicato alla celebre regista belga Agnès Varda, scomparsa il 29 marzo scorso.

Al via a Cannes il più imponente festival cinematografico del mondo, che premia Alain Delon e schiera in gara un solo italiano: “Il traditore” di Bellocchio.

Debutta oggi la 72/ma edizione del Festival di Cannes che andrà avanti, con decine di proiezioni al giorno, fino a sabato 25 maggio. Ad assegnare il premio più importante, la Palma d’Oro, sarà una giuria+ presieduta dal regista messicano Alejandro González Inarritu, di cui fanno parte – fra gli altri – i colleghi Yorgos Lanthimos, Pawel Pawlikowski e la nostra Alice Rohrwacher, la giovane attrice Elle Fanning e il fumettista Enki Bilal. Si parte con I morti non muoiono, film di zombie firmato dall’americano Jim Jarmusch.

A Cannes film da 39 paesi, il più atteso è quello di Quentin Tarantino

Fra pellicole in arrivo da 39 diversi paesi spicca C’era una volta a Hollywood di Quentin Tarantino che sarà accompagnata dalle star Brad Pitt, Leonardo DiCaprio e Margot Robbie, mentre il mitico Alain Delon, che nell’arco della sua carriera ha avuto un rapporto di alti e bassi con il festival, riceverà la Palma d’oro alla carriera.

Critiche per il premio ad Alain Delon

Il riconoscimento all’83enne icona del cinema francese ha fatto arrabbiare le femministe, a causa degli atteggiamenti violenti con le donne da lui confessati, altri lo criticano per essersi espresso contro l’adozione da genitori dello stesso sesso e la vicinanza al Fronte Nazionale. Il delegato generale del festival, Thierry Fremaux, risponde: «Lo premiamo con la Palma d’oro alla carriera non con il Nobel per la pace».

Pochi gli italiani, solo uno (“Il traditore” di Bellocchio) in corsa per la Palma d’oro

Scarsa la rappresentanza italiana: in gara solo Il traditore, di Marco Bellocchio, con Pierfrancesco Favino nei panni del pentito di mafia per eccellenza Tommaso Buscetta. Nella sezione Un Certain Regard c’è “La famosa invasione degli orsi in Sicilia“, di Lorenzo Mattotti, mentre la Quinzaine ha invitato “The staggering girl”, mediometraggio di Luca Guadagnino con Alba Rohrwacher e Julianne Moore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here