Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Grandi ritorni: “2001: Odissea nello spazio” e “Io e Annie”

Grandi ritorni: “2001: Odissea nello spazio” e “Io e Annie”

317

Presentata al Festival di Cannes la versione ottenuta dal negativo originale di “2001: Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick, nei cinema italiani il 4 e 5 giugno, mentre da oggi è possibile rivedere nelle sale il restaurato “Io e Annie” di Woody Allen.

“2001: Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick, considerato uno dei capolavori del XX secolo, tornerà nelle sale il 4 e 5 giugno prossimi in occasione del 50/mo anniversario del film (TRAILER). Lo scorso weekend è stata presentata al Festival di Cannes una copia in 70mm ottenuta dal negativo originale, attraverso un procedimento di ricreazione fotochimica senza ritocchi digitali o modifiche al montaggio, che consente di rivivere esattamente l’esperienza di 50 anni fa

A introdurre la proiezione, alla presenza di alcuni famigliari di Kubrick, tra i quali la figlia Katharina, è stato il regista Christopher Nolan (autore, fra gli altri, della trilogia de “Il cavaliere oscuro”“Interstellar” e il recente “Dunkirk”), grande ammiratore del defunto cineasta, che ha lavorato in collaborazione con il team di Warner Bros. Pictures al processo di masterizzazione.

«Uno dei miei primi ricordi da spettatore è l’aver visto “2001: Odissea nello spazio” in 70mm con mio padre. L’opportunità di essere coinvolto nel ricreare questa esperienza per una nuova generazione è un onore e un privilegio», ha dichiarato Nolan, protagonista ieri a Cannes anche di una masterclass.

Intanto da oggi si può rivedere al cinema un altro grande classico della storia recente; “Io e Annie” (diretto e interpretato da Woody Allen, al fianco di Diane Keaton, nel 1977) nella versione restaurata da Sony Columbia, con la supervisione dello stesso regista newyorkese.

“Io e Annie” è il restauro del mese di maggio del ciclo “Il Cinema Ritrovato”, meritorio progetto della Cineteca di Bologna. «Abbiamo rischiato di non poterlo programmare perché Allen ha voluto controllare e suggerire ritocchi al nuovo restauro fino a pochi giorni fa», ha rivelato il direttore dell’istituzione Gian Luca Farinelli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here