Home Notizie Articoli di Cronaca Venezia: turista ubriaco si tuffa in laguna, multato dalla Polizia

Venezia: turista ubriaco si tuffa in laguna, multato dalla Polizia

442
turista ubriaco

Con la bella stagione e soprattutto con le temperature miti della primavera, l’acqua di Venezia può essere molto invitante: la balneazione però è assolutamente proibita in tutto il centro storico, oltre che sconsigliata per la propria salute. Ultimo episodio nella notte dello scorso 21 aprile, nella zona di campo Santo Stefano, quando un giovane turista ubriaco danese (di 21 anni), spogliandosi dei suoi abiti, si è tuffato in acqua. Colpa, nel caso in questione, di “senno alcolico”, a cui ha posto rimedio la lucidità di una ragazza americana sua amica: il “tuffatore” infatti è stato salvato dalla giovane, che dopo averlo collocato in un posto sicuro, ha chiesto l’intervento della Polizia. Gli operatori della Volante intervenuta, giunti sul posto si preoccupavano immediatamente delle condizioni del ragazzo e visto lo stato di incoscienza, provvedevano a chiamare il personale del 118. In attesa dei soccorsi la Polizia, accertava sommariamente lo stato di salute del ventunenne e, dopo che il giovane aveva ripreso i sensi, constatava la bravata gli aveva procurato alcuni graffi alle braccia.
Il giorno successivo, appurate le buone condizioni fisiche del ragazzo, la Polizia di Stato lo sanzionava per la violazione amministrativa al regolamento comunale per un importo pari a 100 Euro.
Giova ricordare che l’acqua dei rii di Venezia non è da considerarsi pulita e quindi adatta alla balneazione: il buon senso dovrebbe suggerire di non fare il bagno. Essere temerari per un po’ di refrigerio può costare alla salute oltre che problemi con sanzioni amministrative. Nessun divieto, invece, per le spiagge del vicino Lido di Venezia, attrezzate e certificate per la balneazione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here