Home Video Gallery Servizi Cultura e spettacolo Support, le mani salvifiche di Lorenzo Quinn

Support, le mani salvifiche di Lorenzo Quinn

661

Lorenzo Quinn: l’installazione sarà visibile al pubblico dal 13 maggio al 26 novembre; per tutto il periodo dell’esposizione di Support, all’interno dell’Hotel Ca’ Sagredo saranno in mostra alcune versioni di altre opere

Percorrendo il Canal Grande, nei pressi della Ca’ d’Oro non si può non notare due gigantesche mani che sbucano dall’acqua. È la scultura di Lorenzo Quinn, metafora di una Venezia fragile che ha bisogno del sostegno umano. Rimarrà a Venezia per tutto il tempo della Biennale.

L’opera monumentale – un’installazione tra gli 8 e i 9 metri di altezza – rappresenta due mani che sostengono simbolicamente il Palazzo Ca’ Sagredo di fronte al quale emergono; la scultura segna l’evoluzione artistica di Quinn e la sua sperimentazione con nuovi materiali e nuove prospettive orientate a trasmettere la sua passione per i valori eterni e le emozioni autentiche. Esempio di un’arte armonica ed equilibrata, è stata concepita per rappresentare le più recenti riflessioni dell’artista sulle problematiche ambientali e sulle variazioni del clima che oggi la nostra società si trova ad affrontare. Lorenzo Quinn, artista tra i più apprezzati a livello internazionale, figlio dell’attore hollywoodiano Anthony Quinn e della seconda moglie, la costumista veneziana Iolanda Addolori.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here