Home Notizie Articoli di Cronaca Spacciava cocaina nella città giardino, arrestato pusher albanese

Spacciava cocaina nella città giardino, arrestato pusher albanese

688
pusher albanese

Continua l’attività antidroga dei Carabinieri che nelle ultime settimane hanno portato all’arresto e al deferimento di diversi spacciatori a Mestre e nel comprensorio. L’ultima operazione è stata condotta a Marghera, ove è stato tratto in arresto un giovane albanese, Mera Alfred, 24nne. Durante l’esecuzione di alcuni servizi di controllo del territorio per la prevenzione della microcriminalità e lo spaccio di stupefacenti, una pattuglia di militari dell’Arma in borghese notava in piazzale T. Gar, un giovane che veniva di volta in volta avvicinato da diversi ragazzi con i quali, dopo qualche convenevole, scambiava qualcosa ricevendo subito dopo danaro.
Dopo un primo periodo di osservazione, i militari avendo il sospetto che quella in atto fosse una vera e propria attività di spaccio, decidevano di intervenire controllando il presunto pusher albanese e un’ acquirente.
Appena i Carabinieri in borghese si avvicinavano, qualificandosi, il giovane albanese, con uno scatto fulmineo si dava alla fuga a piedi. Immediatamente inseguito, nonostante la prestanza fisica e la particolare agilità che lo portava a scavalcare diverse recinzioni delle abitazioni circostanti, il pusher veniva bloccato poco dopo da una pattuglia in divisa giunta a supporto dei colleghi in borghese. Durante la fuga l’albanese tentava di disfarsi delle dosi di cocaina che aveva addosso, buttandole in una siepe, ma i militari che lo tallonavano, riuscivano a recuperarle tutte, sequestrando al termine dell’operazione 6 dosi di cocaina del peso complessivo di circa 5 grammi. Il giovane spacciatore aveva con se’ anche la somma di 280 euro, sicuro provento dell’attività di spaccio, che veniva posta sotto sequestro.
Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti per definire gli aspetti di contorno dell’attività illecita, chiarire la portata del presunto giro di spaccio, attesa l’ingente cifra di danaro che il giovane era riuscito a racimolare in poche decine di minuti. L’arrestato è stato quindi trattenuto nelle camere di sicurezza dei Carabinieri e processato per direttissima.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here