Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Con lo smartphone anche in spiaggia

Con lo smartphone anche in spiaggia

278
La maggior parte delle persone, secondo un sondaggio, anche in spiaggia non spegne mai lo smartphone.

Sempre più difficile fare a meno degli smartphone, pure in spiaggia sono in pochi a staccare, del resto le sempre più numerose app ci semplificano la vita.

Oramai non riusciamo più a fare a meno tecnologia: anche in spiaggia si va con i fedeli smartphone e tablet al seguito, almeno lo farà il 57% degli intervistati per lo studio “Disintossicazione digitale: rilassarsi, distendersi e staccare”, realizzato della società di sicurezza informatica McAfee.

Dall’indagine, condotta su tremila persone tra i 18 e i 55 anni in Australia, Francia, Germania, India, Giappone, Gran Bretagna e Usa, emerge che il 54% del campione non resiste un giorno senza inviare un messaggio; il 38% non lascia passare 24 ore senza buttare un occhio alla email di lavoro o personale e il 37% non riesce a non pubblicare post sui social durante le vacanze. Se staccarsi dal portatile non è un problema – il 72% lo lascia a casa – solo il 27% sarebbe disposto a separarsi dallo smartphone.

In fin dei conti questi dispositivi sono sempre più essenziali, grazie alle numerose app disponibili che ci rendono la vita più piacevole, ad esempio mitigando l’ansia da corsa all’ombrellone: è nata infatti Coco, che sulla scia di Airbnb o The Fork, i servizi per riservare stanze, case e tavoli al ristorante, permette di valutare e prenotare il proprio posto in uno stabilimento balneare.

L’hanno messa a punto gli ingegneri gestionali Nicola Palumbo, 31 anni, e Antonio Baldassarre, 26, ex impiegati negli uffici milanesi di Microsoft: «Dopo ogni meeting i discorsi di lavoro lasciavamo spazio a progetti personali che avevamo voglia di realizzare – raccontano – ogni momento libero era un’occasione per discutere delle nostre idee e su come metterle in pratica».

Quando si sono focalizzati su Coco hanno deciso di mollare tutto e di fondare la loro prima startup, lasciandosi alle spalle il lavoro sicuro in una grande multinazionale, con lo stipendio certo a fine mese, per creare questo progetto totalmente nuovo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here