Home Notizie Articoli di Cronaca Scoperta una pistola nel cruscotto dell’auto di un 60enne di San Donà

Scoperta una pistola nel cruscotto dell’auto di un 60enne di San Donà

5444
4
pistola

Polizia Locale interviene per i rilievi di un incidente e scopre nel cruscotto della vittima di un tamponamento una pistola ad aria compressa. Il proprietario, un 60enne di San Donà, è stato denunciato

La polizia locale di Jesolo ha denunciato oggi un 60enne di San Donà di Piave per porto abusivo d’armi e di strumenti atti ad offendere. Tutto è avvenuto in seguito ad un tamponamento che lo stesso 60enne ha subito da parte di un’altra autovettura questa mattina in via Roma destra all’altezza del distributore di benzina Esso. L’uomo, si trovava a bordo di una Fiat Punto Grigia, all’arrivo della pattuglia della Polizia Locale per i rilievi dell’incidente, ha aperto il cruscotto per prendere i documenti del veicolo e all’occhio degli operatori della Municipale non è sfuggita la presenza di una pistola ad aria compressa senza tappo rosso, cal. 4.5. L’arma, di fatto riproducente un modello reale, è stata scambiata subito per un arma da fuoco per questo sequestrata.

CONDIVIDI

4 Commenti

  1. Non è proprio un giocattolo, anche perché sono molto potenti, addirittura alcuni modelli raggiungono i 7,5 jule, quindi anche se non potrebbero uccidere una persona potrebbero provocare danni anche molto gravi, è incredibilmente in base alla distanza e dove colpiscono anche la morte, specie per bambini e animali

  2. Era nel cruscotto, non l’aveva addosso. Quindi trattasi di trasporto e non di porto. C’e’ una gran bella differenza.

  3. Ovviamente gli agenti avevano competenze e professionalità pari all’offensività del giocattolo da loro ignorantemente scambiato per arma da fuoco (arma a modesta capacità offensiva di libera vendita a maggiorenni che riporta i punzoni di identificazione che evidenziano di che trattasi e che quindi non ha bisogno di tappo rosso) e che, essendo nel cruscotto, era solo trasportata e non portata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here