Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Saremo poco felici, ma molto sani!

Saremo poco felici, ma molto sani!

108
0
Gli ingredienti della "dieta mediterranea", fra i fattori che ci permettono di essere i più in salute del globo.

Secondo uno studio pubblicato da Blooberg, gli “infelici” italiani sono i più sani al mondo, grazie anche alla longevità e alla mitica “dieta mediterranea”.

Scivolata in 48/a posizione nella classifica della felicità, come ci faceva sapere ieri l’edizione 2017 del “World Happiness Report” (che tiene conto di una serie di indicatori, dal Pil alla corruzione percepita, fino alla libertà di scelta nella vita) l’Italia è, invece, il Paese più in salute: secondo il “Global Health Index“, pubblicato da Bloomberg, gli italiani sono i più sani dell’intero pianeta.

L’Italia è la prima nella lista dei 163 Stati monitorati, con un punteggio di 93,11 su 100, che fa riferimento a una serie di fattori: dalla durata media della vita al tipo di alimentazione, fino alla salute mentale e il tasso di tabagismo. Nonostante il nostro Paese faccia i conti con una crescita economica stagnante, disoccupazione e un debito pubblico fra i più alti al mondo – fa notare Bloomberg – gli italiani stanno meglio di americani, canadesi e britannici, più colpiti da ipertensione, colesterolo e disturbi mentali.

Fra i nostri punti di forza, l’elevato numero di medici e soprattutto l’alimentazione, ricca di verdure e condita con olio extravergine di oliva: l’oramai leggendaria “dieta mediterranea” viene indicata come l’ingrediente chiave di questo benessere fisico. Aiuta anche l’alta aspettativa di vita, intorno agli 80 anni, contro i 52 della Sierra Leone, all’ultimo posto in questo parametro.

A dividere il podio con l’Italia sono Islanda e Svizzera, seguite da Singapore e Australia, mentre gli Stati Uniti sono al 34/o posto, a causa dell’epidemia di sovrappeso e obesità. Da notare, infine, che tra le prime venti solo Cipro e Singapore non fanno parte del gruppo Ocse, le nazioni più ricche del pianeta, anche se lo studio mostra come il benessere economico si trasformi in salute solo quando si combina a fattori esterni come l’attenzione per il cibo o l’abitudine a praticare attività fisica.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here