Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo R.I.P. Robert Miles, l’autore di “Children”

R.I.P. Robert Miles, l’autore di “Children”

114
0
Una prece per il dj Robert Miles che ci ha lasciato a soli 47 anni, per andare a mixare lassù...

Se ne è andato stanotte, ad appena 47 anni, a causa di un cancro il dj svizzero-italiano Robert Miles (Roberto Concina) che ci fece ballare con “Children“.

E’ morto stanotte – a 47 anni,  per colpa di un cancro – Robert Miles, l’autore di “Children” che nel 1996 divenne un successo internazionale, raggiungendo il numero uno in dodici paesi europei, con oltre cinque milioni di copie vendute nel mondo, una delle maggiori hit dance degli anni ’90, che mescolava elementi di trance a una base ambient.

Il dj e produttore svizzero di nascita, ma di origini italiane, vero nome Roberto Concina, si impose sulla scena mondiale della musica dance con l’album di debutto “Dreamland” (che oltre a “Children” conteneva anche gli altri singoli di successo “Fable” e “One and one“) di cui vendette un milione di copie in Europa e oltre 500mila tra Stati Uniti e Canada, ottenendo riconoscimenti prestigiosi come il Brit Award, assegnato in Gran Bretagna, ancora oggi l’unico (svizzero) italiano ad averne ottenuto uno.

Nella sua carriera ha sempre cercato nuove sonorità e, nel segno della sperimentazione, nel febbraio del 2013 aveva dato vita in quel di Ibiza e Formentera alla stazione radio “Open Lab“, dedicata alla musica indie, elettronica, alternativa, ambient, chill out e soul, le sue principali passioni.

Robert Miles era nato in Svizzera da una coppia di emigranti italiani, ma era cresciuto in Friuli: in provincia di Udine, nel piccolo centro di Fagagna, dove cominciò a studiare pianoforte. Una volta cresciuto, lavorò in una radio amatoriale, prima del debutto come deejay con il primo pseudonimo Roberto Milani. Con l’arrivo del successo si trasferì dapprima a Londra, poi a Los Angeles, quindi a Berlino e infine a Ibiza, dove risiedeva. Il suo ultimo cd, “Thirteen”, risale al 2011. Questo il tributo dedicatogli dal “Tomorrowland”, il festival dance più importante del mondo che si svolge in Belgio dal 2005.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here