Home Love in Venice Mostre a Venezia Quando l’arte è fatta di alcantara

Quando l’arte è fatta di alcantara

493

Importanti artisti contemporanei si misurano con un materiale decisamente inedito e moderno come l’alcantara

Negli ultimi anni un materiale pratico e sensuale come l’alcantara sta facendo innamorare parecchi artisti. Designer, scultori e architetti cedono al fascino di questo tessuto che pare camoscio e che invece è poliestere.

Venezia, in contemporanea alla XVI Biennale Architettura, celebra questo materiale con la mostra “Multiforme – Declinazioni tra spazio e tempo” a Palazzo Rocca Contarini Corfù. Le installazioni, alcune delle quali di grandi dimensioni, saranno visibili fino al 27 giugno.

Davide Quadrio curatore della mostra descrive il lavoro effettuato dai tre artisti. Krijin De Koning ha realizzato uno spazio che in realtà è un cubo aperto verso l’esterno. Questa zona diventa un palco per le persone che lo guardano e un luogo dove guardare l’esterno incorniciato in un blu alcantara.

Nanda Vigo si ispira all’architettura futurista pensata dall’Arch-archeologia di Paolo Soleri, architetto importante degli anni Settanta. L’idea alla base è quella dell’eco-architettura, una struttura sociale che abbia alla sua base un riferimento all’ecologia del sistema e dell’umano.

Gli Zeitguised sono un gruppo di giovani ragazzi berlinesi che portano alcantara dal mondo virtuale a quello reale. Il processo che viene spinto verso il futuro riportano il materiale a contato con le sensazioni umani.

L’azienda Alcantara ha commissionato questi tre lavori per evidenziare le alte potenzialità di espressione di questo tessuto. L’intenzione è quella di muoverle tra Europa, Corea, Giappone e Stati Uniti.

Da tessuto per i divani a materiale da museo, l’alcantara ne ha fatta di strada.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here