Avviate le procedure per il rimpatrio della salma di Pateh Sabally

Avviate le procedure per il rimpatrio della salma di Pateh Sabally

195
0
Pateh Sabally

La salma di Pateh Sabally, il ragazzo del Gambia che ha perso la vita gettandosi nelle acque del Canal Grande, verrà rimpatriata non appena saranno pronti tutti i documenti per il trasporto.

La disponibilità del Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro di sostenere le spese del funerale o l’eventuale rimpatrio della salma è stata, infatti, accolta favorevolmente dalla famiglia del ragazzo che in questi giorni ha mantenuto contatti con il Console generale della Repubblica del Gambia a Milano.

“Sono certo – scrive il Console al Sindaco sottolineando la gratitudine della famiglia per il gesto – che la solidarietà da Ella dimostrata nel sostenere le spese del rimpatrio della salma utilizzando il fondo di solidarietà costituito a seguito della Sua rinuncia alle indennità di funzione, potrà contribuire a mitigare in parte il dolore della famiglia” .

Il Sindaco ha voluto così rimarcare la vicinanza della città di Venezia verso i familiari di Pateh: “La morte di questo giovane ha lasciato in tutti noi un sentimento di tristezza e commozione. Con questo gesto possiamo, almeno in parte, sperare di alleviare il dolore della famiglia. Un atto di umana pietà e di rispetto verso i sogni infranti di un ragazzo che non ha trovato la forza di reagire alla disperazione”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO