Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Parata di stelle per il Telefono Azzurro

Parata di stelle per il Telefono Azzurro

269
Alvaro Soler, uno dei numerosi testimonial per Telefono Azzurro nella campagna contro il bullismo.

Molti testimonial famosi: Totti, Soler, Zanardi, Dolcenera, Arisa e Dovizioso, schierati al fianco di Telefono Azzurro nella campagna contro il bullismo.

Cominciata a metà gennaio con un video di Francesco Totti, https://www.youtube.com/watch?v=5rRws2S9BNs, prosegue – al ritmo di quasi un messaggio al giorno – la campagna social di Telefono Azzurro #Nonstiamozitti che sta coinvolgendo migliaia di utenti e vanta tra i principali testimonial Alvaro Soler, Alex Zanardi, Dolcenera, Arisa e Andrea Dovizioso. Un‘iniziativa che fa da traino alla prima “Giornata nazionale contro il bullismo” in programma il prossimo 7 febbraio.

Un focus particolare è posto sul cyberbullismo, cui Telefono Azzurro – protagonista dal 1987 della lotta in difesa dei diritti di bambini e adolescenti – ha dedicato un dossier in cui suggerisce le strategie per individuarlo e spiega cosa fa per contrastarlo.

Oltre alle iniziative di informazione, sensibilizzazione e prevenzione, sono due i mezzi principali offerti dal Centro nazionale di ascolto: la linea telefonica 19696 dedicata a bambini e ragazzi fino ai 18 anni (ma anche ad adulti e famiglie che intendono confrontarsi o segnalare situazioni che coinvolgono minori) e una chat utilizzata prevalentemente dagli adolescenti.

Attraverso l’19696 e la chat, nel corso dell’anno scolastico 2015-2016,Telefono Azzurro ha gestito quasi un caso al giorno, per un totale di 270: il 62% ha riguardato situazioni di bullismo, mentre nel 28% dei casi la richiesta di aiuto era riferita a situazioni di abusi, fragilità familiari o problemi relazionali.

Se sono i ragazzi (l’89,5%) le vittime principali degli episodi di violenza da parte dei loro coetanei, in particolare a scuola, oltre una ragazza su sei è coinvolta invece in episodi di cyberbullismo (il 16,7%), quindi online. I bulli sono generalmente maschi, amici o conoscenti della vittima, ma in un caso su quattro a compiere gli atti vergognosi è invece una “bulla”.

Per quanto riguarda i video, sono in arrivo, fra gli altri, quelli dello “zar” della pallavolo Ivan Zaytsev, di Elisabetta Gregoraci, della webstar Edoardo Mecca e dello sciatore Simone Origone.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here