Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo NewMusic: Whitney Houston, Eagles e Sam Smith

NewMusic: Whitney Houston, Eagles e Sam Smith

161
La copertina di “I Wish You Love: More From The Bodyguard”, il nuovo album postumo di Whitney Houston.

Arrivano a novembre: una raccolta di inediti e rarità di Whitney Houston, un cofanetto degli Eagles e il nuovo, atteso, secondo album del giovane Sam Smith.

Si chiama “I Wish You Love: More From The Bodyguard”, il nuovo album postumo di Whitney Houston – in vendita dal prossimo 17 novembre – che include versioni live e tratte dal film, di celeberrime canzoni della Houston, alcune mai pubblicate in precedenza. Ovviamente il disco fa riferimento al periodo di “The Bodyguard soundtrack” (la colonna sonora del film del 1992, diretto da Milt Jackson, che la vede protagonista al fianco di Kevin Costner, contenente – una per tutte – “I Will Always Love You“) che valse a Whitney la vittoria di ben tre Grammy Awards, oltre a molti altri riconoscimenti, dai Billboard Awards, agli American Music Awards.

La settimana dopo, dal 24 novembre, sarà disponibile invece un’edizione speciale, deluxe, di “Hotel California”, l’album simbolo degli Eagles, uscito nel dicembre del 1976. Pensato per festeggiare i quarant’anni del disco (che in realtà sono oramai quarantuno), il cofanetto si compone di due CD e un Blu-ray (oltre all’album originale in studio, ci sono dieci registrazioni live inedite e missaggi in alta risoluzione), rare foto dell’epoca mai viste prima, una riproduzione del libro del tour e un poster.

Fra le incisioni dal vivo, durante tre concerti tenuti al Los Angeles Forum nell’ottobre del 1976, le prime esecuzioni in assoluto davanti al pubblico di “Hotel California” e “New Kid In Town“, oltre a classici del gruppo californiano come “Already gone”, “Take It To The Limit” e “Witchy woman”.

Sempre a novembre, il tre, sarà nei negozi l’atteso secondo lavoro di Sam Smith, “The Thrill Of It All”, di cui il giovane prodigio della musica britannica ha messo in rete il trailer video (lo potete vedere QUI) che documenta la grandiosità dell’opera, con tanto di cori gospel, produzione strumentale e sonorità quasi cinematografiche! 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here