Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo A Vicenza la 22/ma edizione del festival “New Conversations”

A Vicenza la 22/ma edizione del festival “New Conversations”

333
Il manifesto di Vicenza Jazz 2017, che anche quest'anno ospita prestigiose star della musica improvvisata.

Gli amanti del jazz, e non solo, si danno appuntamento a Vicenza da venerdì 12 a domenica 21 maggio, per la 22/ma edizione del festival “New Conversations”. 

Appuntamento da non perdere, per tutti gli appassionati e non solo, la 22/ma edizione del festival “New Conversations – Vicenza Jazz 2017”, in programma nella città berica dal 12 al 21 maggio. Sarà un viaggio lungo la strada maestra della musica improvvisata, lungo la quale il programma – curato con grande maestria da Riccardo Brazzale – si muove con estrema agilità, su ampi orizzonti musicali.

Si va dal glamour divistico delle voci di Dee Dee Bridgewater e Gino Paoli (in duo con Danilo Rea) alla nuova vocalità multimediale di Jacob Collier; dai più apprezzati esponenti di un jazz avanzato, ma ancora dentro regole in qualche modo classiche (Uri Caine, Dave Douglas) alle più infervorate incarnazioni moderne della matrice post-boppistica (Chris Potter, il Black Art Jazz Collective); dalla sempre stimolante sorgente del jazz latino (Gonzalo Rubalcaba) a incontri al vertice con il made in Italy (Enrico Rava assieme a Geri Allen, Stefano Benni con Umberto Petrin).

Ai concerti principali nei teatri cittadini si aggiungeranno numerose altre situazioni per la musica dal vivo: dai concerti after hour del Jazz Cafè Trivellato al Bar Borsa (il jazz club ufficiale del festival), ai live all’aperto lungo le strade e le piazze del centro, nei palazzi antichi, nei musei, in innumerevoli club e locali notturni. Non mancheranno le occasioni per apprezzare la cultura jazzistica sotto diverse forme: proiezioni cinematografiche, presentazioni editoriali, seminari e masterclass, mostre e convegni.

Luogo privilegiato per i concerti di punta, il Teatro Olimpico che ospiterà ben cinque degli appuntamenti con i big del cartellone, a partire dall’inaugurazione di venerdì, con un doppio set che metterà faccia a faccia due dei più celebri esponenti delle rinnovate sonorità newyorkesi: Uri Caine, che aprirà la serata con un piano solo, e il trombettista Dave Douglas, di scena con il suo quintetto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here