Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Miss Italia, vigilia della finalissima di sabato 9 settembre

Miss Italia, vigilia della finalissima di sabato 9 settembre

360
Miss Italia

Miss Italia. Il messaggio del sindaco Valerio Zoggia. «Mi piacerebbe che Miss Italia e Jesolo fossero il simbolo del messaggio per l’inclusione nel mondo della bellezza dell’amore di genere»

Finale Miss Italia 2017, meno uno. Mancano poche ore a Jesolo per conoscere il nome di chi indosserà la corona che per 24 ore ancora resterà sulla testa di Rachele Risaliti, Miss Italia 2016. Jesolo ospita per la quinta volta la fase finale del concorso di bellezza, il cui atto conclusivo è in programma per domani sera, sabato 9 settembre dalle 21.10 al Pala Arrex e in diretta su La7 e La7D. Oggi a Casa Miss Italia le anticipazioni di quanto accadrà nelle oltre 4 ore di diretta televisiva che sarà ripresa da 12 telecamere guidate dalla regista Giuliana Baroncelli. Confermatissimo alla conduzione Francesco Facchinetti. Sul palco ad accompagnarlo anche Rachele Risaliti.

«Abbiamo messo in piedi un grande programma – ha detto il conduttore -. Lo scorso anno abbiamo ingranato la quinta quest’anno mettiamo la sesta. Abbiamo una giuria che non ha nulla da invidiare alle giurie di Rai Uno e che stupirà il pubblico in sala e quello che ci seguirà da casa: una grande giuria: Christian De Sica che ha fatto la storia del cinema. Gabriel Garko che ha copresentato Sanremo, Nino Frassica che darà una punta di comicità. E poi le donne: Francesca Chillemi, già Miss Italia e oggi mamma e, infine, un simbolo della bellezza mediterranea come Manuela Arcuri. Sono contento di essere circondato da donne: durante la puntata avremo dei collegamenti con grandissime donne dello spettacolo e della politica e anche con Chiara Ferragni, simbolo della comunicazione nel mondo 2.0. E poi tanto spazio al mondo social. Sul palco avremo la giuria digitale per eleggere la Miss Social. L’esibizione dei IPantellas, leader delle visualizzazioni su Youtube ospiti musicali e Angelica Massera comica. Sarà un bel programma di intrattenimento, per un sabato sera leggero. Verrà ripetuto l’esperienza dello speed date. Non vedo l’ora di iniziare».

Miss Italia confermata ancora a Jesolo grazie soprattutto al sindaco Valerio Zoggia che questa mattina ha lanciato un messaggio forte alla Miren e alla patron Patrizia Mirigliani.
«Per riconfermare questo evento per la quinta volta ho subito numerosi attacchi anche molto aspri dai miei avversari politici sia in campagna elettorale sia dopo la mia riconferma alla guida della città – ha spiegato il primo cittadino -. Però ho sempre difeso questa mia scelta. Ritengo che Miss Italia assieme a tante altre manifestazioni è uno di quegli eventi che rispecchiano l’italianità che significa anche bellezza: noi vogliamo essere la capitale turistica della bellezza e della vacanza sana e Miss Italia rispecchia questi canoni. E io insisto perché sono convinto di essere sulla strada giusta». Un video realizzato da un videomaker al seguito della produzione ha realizzato uno spot in cui le Miss finalista vengono riprese in vari angoli caratteristici di Jesolo, non solo sulla spiaggia e sul mare. «Un regalo per far conoscere una Jesolo diversa da quello che è il solito mare – ha aggiunto Zoggia -. Ci sono “bellezze” naturali diverse che meritano di essere vistate come le valli della laguna, un ambiente unico, dove si entra in contatto con la natura incontaminata che i nostri ospiti è giusto che scoprano». Da Zoggia poi il messaggio provocazione sul mondo gender. «Miss Italia negli ultimi anni è stato un crescendo di cambiamenti verso la modernizzazione. Il luglio scorso ho celebrato il primo matrimonio di genere tra due donne. Vorrei, a questo proposito, suggerire un’apertura anche a Miss Italia. Nella scaletta c’è un momento in cui le ragazze compaiono in scena indossando vestiti da sposa e vengono accompagnate sul palco da ragazzi con delle maschere sul volto. Prendendo spunto da questa scenografia, vorrei lanciare un messaggio di apertura anche all’amore di genere: dietro quella maschera potrebbero esserci un uomo come una donna. Ecco perché mi piacerebbe che Miss Italia e Jesolo fossero il simbolo del messaggio per l’inclusione nel mondo della bellezza dell’amore di genere. Un inno all’amore oltre il genere».

Una provocazione raccolta subito positivamente da Patrizia Mirigliani, patron del concorso. «Non vogliamo essere sensazionali e sensazionalisti ma semplici e naturali perché quelle come l’amore di genere sono le nuove realtà della vita. L’argomento sollecitato dal sindaco Zoggia era già previsto nella sfilata dei vestiti da sposa e accogliamo il suo messaggio senza preclusioni di sorta. Noi le cose e le situazioni come questa le raccontiamo come se fosse norma. Dietro la maschera, è vero, possono esserci uomini o donne. Non fa differenza».

Domani mattina alle 12 la presentazione dei giurati che assieme al voto del pubblico da casa sceglieranno la nuova Miss Italia 2017.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here