Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Mirano, 17° edizione del Zogo de l’Oca in Piazza

Mirano, 17° edizione del Zogo de l’Oca in Piazza

866
Zogo de l'Oca in Piazza

Sabato 14 e domenica 15 novembre 2015 torna a Mirano il tradizionale appuntamento con la Fiera de l’Oca e il Zogo de l’Oca in Piazza, manifestazione promossa dalla Pro Loco di Mirano con il patrocinio della Regione e del Comune di Mirano.
Nell’anno dell’Expo, nel Veneziano c’è Mirano che si mette in vetrina con l’oca. E guarda caso il pennuto è l’alfiere ideale sotto ogni punto di vista per questa ricorrenza, con una fiera da decine di migliaia di visitatori, hotel e ristoranti da tutto esaurito, occasioni di svago e riscoperta di antiche tradizioni locali, comprese quelle legate alla buona tavola e al cibo, tema portante dell’esposizione universale. Oca da guardare, oca da mangiare, oca per divertire in un’esclusiva “coda” di Expo a novembre, nel weekend di San Martino, quando la cittadina cambia volto per due giorni: il centro storico si trasforma in una piazza della Belle Époque, lasciando il campo a una fiera paesana di inizio Novecento. A farla da padrona sono gli stendardi con lo stemma sabaudo, i banchi in legno del mercato, le bacheche con gli avvisi comunali, i manifesti con le prime réclame. Anche i moderni cartelli stradali vengono coperti con la riproduzione fedele delle insegne d’epoca. Nulla sarà lasciato al caso: ci sarà lo strillone con il giornale, l’imbonitore con i suoi intrugli, le servette nel giorno di riposo, l’artigiano che impaglia le sedie, i baracconi con il fucile a elastici, i barattoli da abbattere a pallate e altri giochi di una volta. Protagonista il pennuto più famoso di queste zone, in linea con il detto popolare “Chi no magna l’oca a San Martin no fa el beco de un quatrin”, ovvero chi non mangia l’oca a San Martino non fa il becco di un quattrino.
Mirano da vivere: la “Fiera de l’Oca” è la ricostruzione storica di una fiera d’inizio ‘900. Per due giorni il centro storico della città tornerà all’inizio del secolo scorso, nell’atmosfera ricreata fin nei minimi particolari delle vecchie feste di paese, con bancarelle di prodotti tipici e gastronomici provenienti anche dalla Francia, spettacoli di strada e divertimenti di ogni genere.
Mirano per divertire: appuntamento con il Zogo domenica pomeriggio, quando le squadre di Mirano e delle sue cinque frazioni si sfideranno al gioco dell’oca con divertenti prove a colpi di dado attorno all’ovale della piazza. Anche quest’anno al Zogo si potrà assistere dalla tribuna centrale coperta, altrimenti si potrà liberamente vedere la sfida attorno alle transenne che circonderanno l’area di gioco.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here