Home Notizie Articoli di Cronaca Il ministro Delrio in sopralluogo lungo la laguna di Venezia

Il ministro Delrio in sopralluogo lungo la laguna di Venezia

428
ministro Delrio

Una visita del ministro Delrio per osservare in presa diretta la specialità e la complessità della laguna di Venezia. Brugnaro: “Un incontro molto positivo. Sono fiducioso per il futuro della città”

Dopo l’inaugurazione del Water Terminal e del Moving Walkway all’aeroporto Marco Polo, il ministro alle Infrastrutture e trasporti Graziano Delrio è stato ospite del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, per un sopralluogo a tutto campo nel sistema lagunare. Dopo aver attraversato in macchina l’area industriale di Porto Marghera, ministro e sindaco sono partiti in motoscafo dalla darsena di Fusina e arrivati al faro Rocchetta agli Alberoni del Lido, passando per il canale dei Petroli con tappa alle bocche di porto degli Alberoni, alle paratie del Mose e alla conca di navigazione.

L’obiettivo è stato quello di far conoscere in prima persona al ministro i temi al centro del futuro della città: dallo sviluppo di Porto Marghera, con il completamento dei marginamenti e la messa in sicurezza dell’area per poter far ripartire la produzione, dare lavoro e attrarre investitori, al porto off shore, dalla soluzione al passaggio delle grandi navi dal Bacino di San Marco, con la via alternativa del canale Vittorio Emanuele, alla gestione Mose.

“E’ una giornata importante, molto positiva – ha commentato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, al termine del sopralluogo. Ringrazio il ministro per la disponibilità e per l’umiltà con cui siamo riusciti a confrontarci reciprocamente e a toccare con mano la situazione. Se son rose fioriranno – ha affermato il primo cittadino. Vedremo prossimamente se riusciremo a trovare quella sintonia – che mi è sembrata anche personale – per risolvere i problemi e rilanciare il nostro territorio. La città di Venezia è una delle più grandi realtà d’Italia e d’Europa. Se riuscissimo a farla rinascere tutti insieme sarebbe molto importante”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here