Home Notizie Articoli di Cronaca Mestre, sequestrati 50 mila prodotti illegali

Mestre, sequestrati 50 mila prodotti illegali

426
prodotti illegali

Nell’ambito dei servizi pianificati dal Comando Provinciale di Venezia per prevenire e contrastare il fenomeno del commercio abusivo ambulante in centro storico, sequestrati migliaia di prodotti illegali per oltre 200 mila euro.
Infatti, i Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia in sinergia con i militari delle Compagnie Carabinieri di Venezia e Mestre, hanno proceduto, da un lato, ad effettuare nei giorni scorsi una serie di servizi in abiti civili in questo centro storico, con specifici appiattamenti e servizi di osservazione dei venditori abusivi che si davano alla fuga al sopraggiungere delle pattuglie in divisa, in modo da seguirne i movimenti, capire da dove venivano e quali potessero essere alcuni dei loro canali di approvvigionamento dei prodotti venduti abusivamente. Quindi, individuata una serie di negozi gestiti da stranieri, a Mestre, tra la Stazione ferroviaria e Corso del Popolo, si è proceduto al loro controllo.
Tali verifiche hanno consentito di rinvenire in alcuni negozi gestiti da stranieri quasi 60 mila prodotti di varia tipologia in parte pericolosi e in parte privi delle etichettature e dei requisiti merceologici previsti dalle direttive comunitarie e dal codice del consumo
In particolare, presso un negozio gestito da una cinese venivano rinvenuti quasi 50 mila tra accessori per la casa, prodotti di ferramenta, accessori moda, prodotti di cosmetica, decorazioni e altro, mentre in altro esercizio commerciale gestito da un pakistano venivano rinvenuti quasi 5000 articoli di bigiotteria, accessori moda e per la casa tutti esposti per la vendita e tutti privi dei previsti requisiti merceologici per la vendita, ai sensi del codice del consumo. Tra tali prodotti, molti di quelli rinvenuti in possesso dei venditori abusivi in centro storico a Venezia, quali accessori moda e prodotti di bigiotteria.
Le attività di contrasto, accompagnate dai servizi di osservazione e controllo, consentivano, quindi, di procedere al sequestro amministrativo degli articoli non conformi alla normativa comunitaria e nazionale, per un valore commerciale pari a circa 200.000 euro, elevando nei confronti dei titolari dei negozi le relative contravvenzioni.
I controlli saranno ripetuti nei prossimi giorni al fine di sottrarre al mercato regolare prodotti anche suscettibili di costituire pericolo per la salute dei consumatori.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here