Home Love in Venice La Mostra del Cinema di Venezia, giorno 9

La Mostra del Cinema di Venezia, giorno 9

165
Un fotogramma di "Mektoub my love: Canto 1" di Abdellatif Kechiche, in concorso oggi alla Mostra del Cinema.

Oggi in gara alla Mostra di Venezia un film francese di tre ore, molto apprezzato dalla critica, e uno cinese, diretto dall’unica regista donna del concorso.

La nona giornata della Mostra del Cinema di Venezia presenta uno dei grandi favoriti del concorso 2017, almeno a parere di gran parte della critica: il francese “Mektoub, my love: Canto uno”, di Abdellatif Kechiche, che al Lido ha già vinto il Leone d’Oro per la migliore opera prima con “Tutta colpa di Voltaire”, nel 2000. Dopo la Palma d’oro a Cannes, con “La vita di Adele“, il regista di origine tunisina porta sullo schermo la storia di un giovane aspirante sceneggiatore, che da Parigi torna per l’estate al paesello d’origine, una comunità di pescatori nel sud della Francia. 

In gara oggi anche “Gli angeli vestono di bianco”, di Vivian Qu, l’unica regista donna in concorso in questa edizione del Festival. E’ il racconto di una violenza subita da due ragazzine in un motel, unica testimone l’addetta alla reception che evita di parlare per non perdere il posto di lavoro, ma è solo l’inizio di una spirale continua di guai.

L’Italia è rappresentata, fuori concorso, da “Il colore nascosto delle cose“, di Silvio Soldini: Adriano Giannini e Valeria Golino sono, rispettivamente, un creativo super impegnato e una osteopata non vedente, alle prese con l’inizio di una relazione che sperano possa diventare un rapporto amoroso duraturo.

Nella sezione Orizzonti passa, invece, “Brutti e cattivi” di Cosimo Gomez, con un inedito Claudio Santamaria nei panni di un mendicante senza gambe, sposato con una donna senza braccia. E’ una commedia d’azione che rompe gli schemi tradizionali del genere, ruotando intorno a una banda di rapinatori improvvisati (ci sono anche un rasta tossicodipendente, interpretato da Marco D’Amore, e un nano rapper) capace di mettere a segno un’ingegnosa rapina. 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here