Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo La dieta della pizza by Cozzolino

La dieta della pizza by Cozzolino

693
0
Il pizzaiolo napoletano Paquale Cozzolino sfida gli americani a dimagrire mangiando una pizza al giorno.

Pasquale Cozzolino, uno chef napoletano trapiantato a New York, ha scritto un libro per spiegare come è riuscito a dimagrire mangiando una pizza al giorno.

Dalla cucina di una pizzeria di New York agli scaffali delle librerie: la “dieta della pizza”, che per oltre un anno ha tenuto banco sui principali rotocalchi americani diventa un libro. “The pizza dieta – How I lost 100 pounds eating my favorite food and you can too” (“La dieta della pizza – Come ho perso 50 kg mangiando il mio cibo preferito e puoi anche tu”) dello chef napoletano Pasquale Cozzolino sarà in vendita dal due maggio, pubblicato dalla Penguin Random House, la stessa casa editrice che stamperà i prossimi libri dell’ex coppia presidenziale Barack e Michelle Obama. Il volume sarà disponibile anche in versione elettronica su Amazon, Google Play, iTunes e Kindle, mentre per la pubblicazione in Italia è in corso una trattativa con Feltrinelli e Mondadori Rcs.

Il fenomeno della “dieta della pizza” era scoppiato un anno fa quando Cozzolino, co-proprietario a New York della pizzeria Ribalta, aveva lanciato una battaglia contro la demonizzazione dei carboidrati, dichiarando che si può perdere peso senza eliminare pasta e pizza e proponendo se stesso come esempio concreto: «Una Margherita al giorno e dimagrisci col sorriso», aveva dichiarato all’epoca, spiegando che mangiando una pizza al giorno in sette mesi era passato da 170 a 124 kg.

Il libro è suddiviso in diverse sezioni e si avvale anche di una parte scientifica a sostegno dei carboidrati e della loro importanza in una sana alimentazione. Ma l’obiettivo di Cozzolino è andare oltre: se l’ex First Lady Michelle Obama in otto anni si è battuta per mettere sulle tavole degli americani più verdure e grani integrali, lo chef italiano vuole invece insegnare agli americani a leggere le etichette quando vanno al supermercato e ad evitare di mettere nel carrello prodotti a base di carboidrati super raffinati. 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here