Home Notizie Articoli di Economia e società Jesolo, un giugno da grandi numeri

Jesolo, un giugno da grandi numeri

299
0
JEsolo

Jesolo: ottimi i dati in consuntivo. Molto buone le previsioni di luglio

Un giugno così era da tempo che non si vedeva. Il grande lavoro svolto, gli investimenti sulla qualità, la crescita professionale degli imprenditori, unito ai favori del meteo, ha prodotto dei numeri importanti nel corso del mese di giugno, in particolare nei tre week-end coincidenti con Ascensione, Pentecoste e Corpus Domini. E’ quanto è emerso dal sistema di rilevazione H-Benchmark adottato dall’Aja e che riguarda la ricettività alberghiera.

Partendo dall’ultimo fine settimana, quello della festività di Corpus Domini, tanto cara ai turisti di lingua tedesca, il picco toccato è stato del 93,6% di occupazione, con una media nei tre giorni comunque vicina al 90%.

Per quanto riguarda il week-end del 2 giugno, coinciso con la Festa di Pentecoste, l’occupazione negli alberghi è stata pari al 94,5%, leggermente superiore al Corpus Domini (che però ha avuto una media giornaliera più alta). Dato che aveva superato di un punto e mezzo la previsione fatta a ridosso della stessa festività

Infine, nel week-end dell’Ascensione la percentuale di occupazione alberghiera è stata pari all’81,6%. “La forza di attrazione della nostra città – è il commento soddisfatto del presidente Aja, Alessandro Rizzante – non solo conferma la fidelizzazione di una grossa fetta di mercato, ma dimostra come Jesolo sia in grado di attrarre sempre nuovi turisti. Sono state confermate le previsioni fatte tra gennaio e marzo, quando avevamo assistito ad ottime anticipazioni di prenotazioni, in controtendenza rispetto agli ultimi tempi dove si è preferito soprattutto il last minute. La programmazione delle vacanze soprattutto da parte delle famiglie, ci permette anche di mantenere la linea dei prezzi coerente con l’andamento della stagione”. La clientela di questo periodo ha visto Austria e Germania farla da padrona, assieme all’italiano. “E per quanto riguarda le prenotazioni, per la prima decade di luglio, siamo già a percentuali di occupazione superiori al 2016, quando si registrò comunque un ottimo mese a consuntivo”.

In merito al sistema di rilevazione H-Benchmark, che molto sta aiutando gli imprenditori nella programmazione, è in fase avanzata lo studio di una evoluzione del sistema stesso che permetterà di registrare anche la nazionalità dei clienti. “Questo ci permetterà di pianificare per tempo e in modo puntuale – aggiunge Rizzante – gli interventi di promozione, in Italia e soprattutto all’estero.
Avere dati in tempi rapidi per il turismo di oggi diventa fondamentale. Non ci possiamo più permettere di attendere diversi mesi prima di avere le statistiche ufficiali”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here