Home Video Gallery Servizi Cultura e spettacolo Intervista a DJ Ares

Intervista a DJ Ares

1474

DJ Ares si racconta.E ci anticipa, in esclusiva, quale sarà il tormentone del 2016.

Uno dei DJ che ha iniziato la sua attività proprio a Jesolo, DJ Ares, ci racconta un po’ com’è fare il mestiere del DJ. Sicuramente, afferma, un ingaggio in discoteca è più difficile rispetto ad uno che conta un aperitivo in un locale o su una terrazza, più facile ma soprattutto più breve. In discoteca, difatti, bisogna sempre tenere la pista in movimento e farla sempre ballare con dei programmi veramente molto vasti, in cui è essenziale saper scegliere il momento giusto per una certa canzone o per un certo tipo di musica anche perché l devi far divertire da circa mezzanotte fino quasi alle 04.30 di mattina. Ares è nato con la musica degli anni ’90, quella che ai tempi veniva definita commerciale, facile ed in cui tutti cantavano. Ora come ora, riprendendone un po’ l’eredità, nei club e nelle discoteche impazza la musica filo latina, inserita all’interno del programma musicale notturno in primis proprio a Jesolo: questo tipo di ritmo, infatti, richiama l’estate, la gioia, la voglia di libertà, di divertirsi, l’allegria e la solarità. E i successi latini sono stati veramente tanti con il passare degli anni, a partire dal Festivalbar, poi Ricky Martin, Vamos a la playa di Miranda… ora invece il genere più di tendenza è quello del reggaeton. Proviamo anche a chiedere a DJ Ares quale, secondo lui, diventerà il tormentone di questa nuova estate 2016: la scommessa è su Duele el corazon di Enrique Iglesias.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here