Home Video Gallery Servizi Cultura e spettacolo Il Crocefisso di Jesolo

Il Crocefisso di Jesolo

986
CONDIVIDI

Il Crocefisso di Jesolo torna nella città natale.Fino al 16 di Ottobre si potrà ammirare nella chiesa di San Giovanni Battista.

Spesso i parroci si curano molto poco dei beni materiali delle loro chiese, troppo impegnati a curarsi invece delle anime dei fedeli. Questo è un po’ quello che è successo alla città di Jesolo, che ha visto quasi sparire un crocefisso del 300 attribuito al Maestro della Madonna del parto. Giuseppe Artesi, storico, ci spiega che Don Giovanni Battista Guiotto, il parroco del tempo, aveva ceduto incautamente, alla fine dell’800, il crocefisso in cambio di una pianeta. La ribellione dei parrocchiani aveva poi portato al coinvolgimento della stampa, del sindaco di Jesolo e perfino del prefetto di Venezia per tentare di recuperarlo: le indagini avevano poi scoperto che la cessione era stata illegale ed il crocefisso era quindi finito nelle mani della Galleria dell’Accademia. Per i 3 mesi estivi che seguiranno però, le Gallerie lo presteranno di nuovo a Jesolo! Paola Marini, Direttrice delle Gallerie, si ritiene orgogliosa del fatto che si sia potuta salvare un’opera di tale importanza e Valeria Poletto, una delle conservatrici della Galleria, assicura che il trasporto del crocefisso avverrà in maniera sicurissima, così da non rovinarlo. Verrà dotato infatti sia di una controcassa che di una cassa climatizzata in modo passivo. Il crocefisso sarà esposto nella chiesa di San Giovanni Battista a Jesolo per tutta l’estate fino al 16 Ottobre ed è stato inaugurato ufficialmente il 10 Giugno alla presenza delle autorità, di visitatori e cittadini e anche del Patriarca di Venezia.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here