Home Notizie Articoli Sportivi Grand Prix di Ginnastica-Yomo Cup 2015: l’attesa nelle parole dei campioni

Grand Prix di Ginnastica-Yomo Cup 2015: l’attesa nelle parole dei campioni

443
Grand Prix di Ginnastica-Yomo Cup 2015: l'attesa nelle parole dei campioni

Grand Prix di Ginnastica-Yomo Cup 2015: l’attesa nelle parole dei campioni. Domenica 22 Novembre è una data segnata in rosso sul calendario di moltissimi fan; anche tanti atleti, non tutti legati alla disciplina, aspettano di assistere allo spettacolo del PalaOlimpia di Verona e dei campioni azzurri ed internazionali delle Nazionali di Ginnastica Artistica, Ritmica ed Aerobica.

Parola di capitano: Marta Pagnini, leader della Squadra nazionale italiana di Ginnastica Ritmica, esprime tutta la sua felicità perché ” è la prima volta che facciamo tappa in Veneto con il Grand Prix, una delle regioni più importanti per la ginnastica. Sono contenta soprattutto del fatto che arriviamo in questa bellissima città come campionesse del mondo ai 5 nastri e vice campionesse con le 6 clavette e i 2 cerchi: il Grand Prix sarà l’occasione per condividere questi successi e festeggiare insieme”. E per l’occasione, come ci rivela Emanuela Maccarani, allenatrice delle Leonesse iridate, ” le ragazze della Ritmica onoreranno la pedana del Grand Prix con performance emozionanti e suggestive che evidenzieranno le capacità tecniche delle nostre atlete”. Non saranno dunque solo gli spettatori a divertirsi, ma anche gli atleti in pedana e, come rivela Matteo Morandi, anche quelli in tribuna. ” Dall’edizione del 2005 a Torino non ho mai perso un Grand Prix – dichiara il bronzo olimpico nella specialità degli anelli a Londra 2012 -. Questa volta potrò solo guardare a causa dell’operazione al ginocchio, ma sarò comunque presente perché voglio godermi lo spettacolo”.

Lo show del Grand Prix, organizzato dalla Federazione Ginnastica d’Italia in collaborazione con Studio Ghiretti, è carico di aspettative, come dichiara Francesca Deagostini, ginnasta azzurra e star del programma di Mtv “Ginnaste-Vite parallele”: ” Negli ultimi anni i palazzetti sono pieni e l’entusiasmo è sicuramente cresciuto. Adesso spetta a noi atleti non deludere le attese del pubblico”. Al ricco programma, inoltre, si aggiunge la cornice straordinaria della città di Verona, che con la ginnastica forma un connubio perfetto. A sottolinearlo, chi meglio di Michela Castoldi e Davide Donati, plurimedagliati ai recenti Europei di Aerobica e noti per l’esercizio in coppia mista che è valso loro l’argento continentale ad Elvas: ” Siamo conosciuti come il Romeo e la Giulietta della Ginnastica, per questo siamo particolarmente felici di poterci esibire a Verona: il nostro intento è far divertire il pubblico”.

Ma l’attesa per il galà di ginnastica, che concluderà la stagione agonistica 2015, è sentita anche al di fuori del mondo della polvere di magnesio. Anche un campione del calcio come Sergio Pellissier, centravanti del Chievo Verona, una figlia ginnasta, si scopre appassionato della disciplina perché ” è uno sport dove il gesto tecnico conta moltissimo. Chiunque dovrebbe vedere una gara di alto livello, per godere dell’eleganza che l’atleta esprime”. Un chiaro invito al PalaOlimpia cui fa eco Andrea Giani, monumento della pallavolo azzurra e allenatore della Blu Volley Verona, che lancia un appello sui social: ” tutti a Verona il 22 novembre!”. Per chiudere, il messaggio di Sara Simeoni, veronese, “Atleta del Centenario” e oro olimpico a Mosca 1980 nel salto in alto: “Il Grand Prix sarà uno spettacolo per tutta la famiglia e sono sicura che Verona non deluderà”. Per chiudere, il messaggio di Sara Simeoni, veronese, “Atleta del Centenario” e oro olimpico a Mosca 1980 nel salto in alto: “Il Grand Prix sarà uno spettacolo per tutta la famiglia e sono sicura che Verona non deluderà”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here