Home Video Gallery Servizi Cultura e spettacolo Francesco Prosperetti: nuova gestione del patrimonio artistico

Francesco Prosperetti: nuova gestione del patrimonio artistico

369
CONDIVIDI

Francesco Prosperetti, soprintendente speciale del Colosseo, concorda con Attilio Navarra.È ora che l’italia valorizzi di più il patrimonio e che si trovino metodi innovativi per sovvenzionarlo.

Francesco Prosperetti, il soprintendente speciale per il Colosseo, venuto a visitare la mostra “Design The Complexity” della neo restaurata Scuola Grande della Misericordia, è d’accordo con Attilio Navarra, l’imprenditore del progetto di restauro della Scuola, sulla necessità di creare un “patrimonio sostenibile”: esso, difatti, necessita non solo di interventi di restauro ma anche di un uso quotidiano, le cui formule devono essere stabilite affinché attraverso l’uso possa essere dotato di risorse. Il Colosseo è un esempio lampante: con un incasso di più di 50 milioni di euro all’anno solo con i biglietti d’ingresso e più di 6 milioni di visitatori, una tale somma di denaro permette il mantenimento del patrimonio archeologico di tutta Roma. Però tutto questo non basta ancora: servono nuove strategie e modelli di gestione, molto più elastici, che siano in grado di poter reinventare l’utilizzo del patrimonio. Un esempio di bellezza sprecata è sicuramente l’interno del recinto del Foro Romano Palatino ad esempio, in cui non vi è mai stato un luogo dove poter sostare e riposare e magari godersi anche meglio la vista. Idee come queste potrebbero contribuire alla creazione di fondi per la conservazione patrimonio.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here