Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Festa Veneziana sull’Acqua apre il Carnevale di Venezia 2018

Festa Veneziana sull’Acqua apre il Carnevale di Venezia 2018

1354
CONDIVIDI
Festa Veneziana sull'Acqua

La Festa Veneziana sull’Acqua all’insegna del circo e di Fellini apre domani il Carnevale di Venezia 2018 con lo spettacolo in Rio de Cannaregio

Giocare, scoprire, cambiare la realtà usando la fantasia per darle una nuova forma. Nessun mondo incarna in maniera più calzante queste parole come quello del circo. Ed è il mondo circense il protagonista del Carnevale di Venezia 2018 che prende il via domani sabato 27 gennaio con la prima parte della Festa Veneziana sull’Acqua in Rio di Cannaregio, tradizionale prologo ambientato in una delle zone più popolari e caratteristiche di Venezia.

Due spettacoli, alle 18 e alle 20 in replica, gratuiti, apriranno i festeggiamenti di questa edizione del Carnevale, la terza sotto la direzione di Marco Maccapani. Il Rio di Cannaregio per una sera si trasforma in un vero e proprio set cinematografico con una esibizione mozzafiato  dove strutture galleggianti trasferiranno sull’acqua il tema conduttore del Carnevale “Creatum: Civitas Ludens”.

Il nome dello spettacolo sarà “VeCircOnda” a cura di Wavents, società veneziana che nasce dall’unione di più esperienze e competenze artistiche, dalla musica al teatro, dalla rievocazione storica all’organizzazione di grandi eventi, dall’allestimento di set televisivi e mostre allo sviluppo di itinerari culturali per il turismo.

Perché VeCircOnda: un titolo in cui si racchiude “VE” che rappresenta il legame profondo con la città di Venezia, “CIRCO” il rimando palese al tema prescelto per lo show, e “ONDA” a sottolineare la straordinarietà di una produzione sull’acqua che proprio sulle onde nasce e vive. Per raccontare tutto questo, Wavents si affiderà virtualmente all’occhio di Federico Fellini, grande estimatore della magia circense, che nelle sue pellicole ha raccontato questo mondo.

Il grande regista nel 1954 vinse il Leone D’Argento alla 15° edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia con il film “La strada”. In quell’edizione, la prima che assegnò come premio al miglior film il Leone d’Oro, la giuria ignorò “Senso” di Luchino Visconti, ambientato a Venezia. Il premio alla Mostra del Lido spianò le porte a Fellini per il successo de “La Strada” come miglior film straniero all’edizione degli Oscar del 1957. Giulietta Masina e Anthony Quinn erano gli attori protagonisti del film di Fellini che parla del mondo dei saltimbanchi e girovaghi dove Zampanò e Gelsomina girano con i loro spettacoli l’Italia.

Fellini 64 anni dopo “La Strada” torna in scena prepotentemente a Cannaregio, per una sera trasformato in un set cinematografico, che si comporrà pezzo dopo pezzo sotto gli occhi del pubblico.

«Una dopo l’altra sfileranno lungo il canale nella parte compresa tra il ponte delle Guglie e il ponte dei Tre Archi – spiega Massimo Andreoli, direttore di produzione di Wavents e di VeCircOnda – le attrazioni classiche del circo di inizio Novecento: il carosello dei cavalli, il carrozzone della soubrette, l’acrobata, i clown, gli animali esotici, una magia lontana nel tempo, ma ancor oggi vitale e virale, che riempirà lo spazio e gli sguardi del pubblico fino a culminare nella grande attrazione finaleun funambolo che terrà tutti con il fiato sospeso attraversando da una parte all’altra il Canale di Cannaregio camminando su un cavo d’acciaio. Nel mondo del circo in ogni istante si gioca con la realtà trasformandola in qualcosa di diverso e inaspettato. Il gioco del circo è l’espressione massima del gioco della vita. Lo spettacolo immaginato vuole essere una consacrazione della straordinaria potenza creativa, capace di travalicare non solo il confine dello chapiteau ma anche del tempo».

Tra i quadri scenici che si potranno ammirare quello degli sputafuoco, degli animali del circo come la giraffa, il leone e l’elefante alti tra i 5 e i 7 metri che verranno trasportati a bordo di tre imbarcazioni. Il carrozzone delle meraviglie, con l’effige del circo  sempre a bordo di un mototopo da lavoro verrà idealmente trainato su e giù per il Rio di Cannaregio da tre cavalli gonfiabili e luminosi. E poi, ancora, una ragazza che dal tetto del carrozzone resterà sospesa sul canale esibendosi con evoluzioni tra cielo ed acqua e un gioco di luci.

I protagonisti della Festa Veneziana sull’Acqua

Massimo Andreoli – Event Manager. Fondatore del Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche, di cui è Presidente dal 1999. È responsabile dei Cortei Storici d’Apertura del Carnevale di Venezia, collaboratore dell’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa nell’ambito del programma “Itinerari Culturali”, Presidente del Comitato Italiano delle Associazioni Nazionali Storiche, Coordinatore del Board Italiano degli Itinerari, Cammini, Rotte e Ciclovie. Dal 2017 è Presidente del Comitato Marco Polo Network per lo sviluppo del progetto “Western Silk Road” lungo la Via della Seta dell’UNWTO.

Gabriele Bonvicini – Direttore Artistico VeCircOnda

Musicista e compositore. Fondatore nel 1997 e direttore artistico dell’ensemble “Musica Officinalis”, con il quale si èesibito in tutta Europa nei maggiori Festival di musica antica e etnica. Ha al suo attivo diverse incisioni e collaborazioni discografiche. Dal 2003 organizza eventi sia musicali che teatrali, collaborando in tutta Italia con Amministrazioni, Fondazioni e sponsor privati.  Dal 2011 al 2016 è stato Direttore Artistico del Festival della memoria dell’Alto Adriatico “Un mare di Storia” a Grado. Dal 2013 è Codirettore Artistico del Festival “Artinscena – tutti colori della cultura

Alessandro Martello – Regista

Attore e regista, consegue il diploma in arti drammatiche presso il Teatro Stabile del Veneto sotto la direzione di A. Gassman. Fonda e dirige dal 1996 Hocus Pocus Teatro, realtà teatrale specializzata nella ricerca storica. Ha replicato i propri spettacoli nelle più prestigiose manifestazioni Storiche italiane ed internazionali tra le quali : Gerusalemme , Lepanto, Istanbul, Parigi. Collabora dal 2015 con PARENTE FIREWORKS GROUP curando il concept artistico e l’ideazione dei contenuti creativi per eventi. Ha collaborato a produzioni televisive e cinematografiche come : The Medici (BBC 2006), La sai l’ultima (Canale 5 2010), Riparazioni impossibili (SKY 2013).

Teatr Klinika Lalek- Marionette giganti

Compagnia polacca specializzata nel teatro di strada. Opera dal 1989 nella ricerca teatrale e circense promuovendo una visione ecologista del circo senza animali. Partecipa ai più importanti festival europei ed è più volte con le proprie produzioni inserita nelle proposte ufficiali del Fringe Festival di Edinburgo.

Le loro marionette giganti sono considerate tra le più grandi al mondo ed hanno solcato le strade ed i palcoscenici dei più importi eventi open-air del mondo.

Sandro Sassi – Funambolo

Sandro Sassi in arte “Gera”, artista di strada e di circo, inizia la sua esperienza a Bologna come giocoliere e clown e frequenta stage e convention di teatro, giocoleria ed equilibrismo in varie città europee.  Alterna l’attività artistica a quella di insegnamento di discipline aeree presso la Scuola Slip (Torino) e Teatrazione (Torino).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here