Home Notizie Articoli di Cronaca Festa della Liberazione di intenso lavoro per la Polizia Locale di Jesolo

Festa della Liberazione di intenso lavoro per la Polizia Locale di Jesolo

1200
0
Festa della Liberazione

Polizia Locale, Festa della Liberazione conclusa con un’intensa attività: fermato un pusher bengalese lungo l’arenile, ritirata la patente ad un sandonatese alla guida con tasso alcolemico quasi tre volte sopra la norma e sequestrato furgone che trasportava senza permesso rifiuti ferrosi

Festa della Liberazione di intenso lavoro per la Polizia Locale di Jesolo che ha pizzicato un pusher bengalese che spacciava droga lungo l’arenile, ha fermato un 42enne di San Donà con un tasso alcolico quasi tre volte sopra la norma e fermato un furgone che trasportava materiale ferroso senza autorizzazione.

Il pusher del Bangladesh, un 26enne con regolare permesso di soggiorno rilasciato dalla questura di Roma, è stato notato nel tratto di arenile antistante piazza Trieste verso le 14.20 con fare sospetto. Quando ha notato che gli agenti si stavano dirigendo verso di lui ha messo le mani in tasca ed ha tentato di liberarsi di un sacchettino di colore azzurrino, contenente dei cubetti preconfezionati di hashish e marijuana.

Droga che è stata subito recuperata e sequestrata dai vigili che hanno poi proceduto a portare il bengalese in caserma dove si è proceduto alla perquisizione Oltre alla droga il 26enne aveva con sé anche delle cartine, un telefono cellulare e 35 euro in contanti. Allargata su disposizione del pm di turno la perquisizione anche nel suo domicilio jesolano risultata negativa, per lui è scattata la denuncia per detenzione ai fini di spaccio.

In serata una pattuglia della Polizia Locale in servizio per un controllo della viabilità durante un normale controllo ha fermato una Volkswagen Polo con a bordo due persone. Alla guida un uomo di San Donà di Piave, 42 anni, che presentava un alito vinoso. Sottoposto al test alcolemico è risultato avere un indice di 1.27 g/l, valore oltre due volte e mezzo superiore alla norma (0,50 g/l). Per il 42enne è scattato così il ritiro della patente e alla guida si è messa la passeggera che aveva a fianco.

Sempre nel pomeriggio di ieri la Polizia Locale ha poi fermato in via Pindemonte un furgone Ford Transit, con alla guida un 45enne della provincia di Udine, adibito a trasporto di persone che però stava recuperando materiale ferroso nell’area del territorio comunale, senza nessuna autorizzazione.

Il furgone ed i rifiuti sono stati sequestrati penalmente ed il conducente denunciato per attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio ed intermediazione di rifiuti in mancanza della prescritta autorizzazione. Inoltre è stato sanzionato e ritirata la carta di circolazione per diversa destinazione d’uso del veicolo, da trasporto persone a materiali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here