Home Video Gallery Servizi Sport Vanoli Cremona – Umana Reyer Venezia 91-82

Vanoli Cremona – Umana Reyer Venezia 91-82

320

Le azioni salienti della sfida del PalaRadi vinta 91-82 dalla Vanoli Cremona sull’Umana Reyer Venezia. L’intervista del coach Walter De Raffaele

L’Umana Reyer rinvia ancora l’appuntamento con la vittoria numero 700, non riuscendo a concretizzare fino in fondo la rimonta da -27 a Cremona, dove la Vanoli si impone 91-82

La partenza orogranata è ottima, con due contropiede di McGee e un canestro di Hagins che danno il 2-6 dopo poco più di un minuto, anche se il bonus viene consumato dopo soli 4’ e Cremona, appoggiando molto il gioco nel pitturato, ne approfitta per allungare sul 17-9 al 4’30”. Coach De Raffaele inserisce Peric, che ha un buon impatto, anche se le percentuali dei padroni di casa (76,9% dopo 10!) complicano i tentativi di rientro dell’Umana Reyer, che va sotto anche di 11 (27-16) prima del canestro del croato che manda le squadre al primo intervallo sul 27-18.

La Vanoli migliora ulteriormente le percentuali dal campo (fino ad un incredibile 82,4% al 13’) e, in avvio di secondo quarto, arriva a doppiare gli avversari sul 36-18 al 12’. La panchina orogranata si affida al quintetto senza centro di ruolo e, alzando le percentuali da 3 punti, con tre triple consecutive di Ejim e McGee (due) è 38-27 al 14’. Il pressing a tutto campo dell’Umana Reyer mette in difficoltà Cremona, decisamente meno fluida in attacco, e dopo altre due bombe (di Filloy e Ress) al 18’30” è così 43-35, anche se il finale di tempo di Harris è pressoché perfetto e l’americano della Vanoli, fino a quel momento a secco, firma da solo un break di 8-0 per il 51-35 all’intervallo lungo.

L’avvio di ripresa di Cremona è devastante: il break a cavallo tra i due tempi viene allungato fino a 19-0 ed è così 62-35 al 22’30”, prima della tripla di Haynes che conferma comunque come l’Umana Reyer non ha intenzione di arrrendersi. Con zona, pressing e buona circolazione di palla in attacco gli orogranata trovano infatti un parziale favorevole di 4-13 rientrando sul 66-48, ancora con un canestro da 3 del numero 0, subito dopo metà quarto. Cremona riprova l’allungo con un 5-0, ma l’Umana Reyer risponde con due triple (di Viggiano ed Haynes) e, sui liberi finali ancora del playmaker, si presenta all’ultimo periodo sul 74-56.

E’ la squadra orogranata, a cavallo tra terzo e ultimo quarto, a trovare il break (0-12) che la riporta sotto la doppia cifra di ritardo con l’ennesima tripla (7/9!) di Haynes: 74-66 al 32’. La panchina cremonese chiama time out e rimette in campo il quintetto titolare, ma il divario tra le due squadre rimane a lungo tra gli otto e i dieci punti, finché la tripla di Ejim vale l’82-75 al 36’30”, anche se Peric, al 38’, vanifica il suo quarto rimbalzo offensivo con fallo subito facendo 0/2 dalla lunetta, con l’Umana Reyer punita sull’altro fronte da Johnson-Odom per l’84-75 prima del time out della panchina veneziana. Dal minuto di sospensione gli orogranata escono nel modo migliore: tripla e 1/2 dalla lunetta per Bramos per l’84-79, anche se poi viene perso Harris sull’arco e, a -1’18”, arriva la tripla dell’87-79 prima del nuovo time out di coach De Raffaele. Stavolta, però, le triple di Ejim ed Haynes non entrano, con Carlino dalla lunetta e la schiacciata di Thomas che chiudono i giochi sul 91-79, prima dell’ultimo canestro da 3 di Bramos sulla sirena per il 91-8

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here