Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Con Apple Pay rottami il portafoglio

Con Apple Pay rottami il portafoglio

247
Presto dovrebbe sbarcare anche in Italia il servizio per pagare con l'iPhone, già attivo in altri Paesi europei.

Arriverà presto in Italia Apple Pay, il nuovo sistema di pagamento – tramite un applicazione dell’iPhone – per fare acquisti sia nei negozi fisici che online.

Apple Pay è il sistema di pagamento, utilizzabile nei negozi tradizionali e in Internet, sviluppato dall’azienda di Cupertino che presto dovrebbe debuttare nel nostro paese. Almeno a giudicare dalla pagina ufficiale Apple in lingua italiana, dove è comparsa la dicitura “In arrivo” nella sezione dedicata a questo servizio: a Visa e Mastercard, già supportate da Apple Pay, si sono aggiunte anche le carte emesse da Unicredit, Carrefour Banca e Boon.

Il servizio funziona con l’omonima applicazione, da installare sul proprio dispositivo, poi sarà sufficiente aggiungere nell’apposita lista la carta supportata e si potrà procedere con le transazioni. I presupposti tecnologici, su cui Apple lavora ormai da tempo, sono fondamentalmente due: un sensore di impronte digitali, tramite il quale ci si può identificare e autorizzare la transazione, e il chip Nfc interno per la comunicazione a breve distanza, con cui ci si mette in contatto con il Pos dell’esercente.

La comunicazione avviene tramite un codice monouso generato dal chip: l’utente avvicina lo smartphone al terminale, conferma la propria identità con l’Id touch ed effettua il pagamento. Il sistema garantisce sicurezza e riservatezza perché non vengono archiviati tutti i dati, ma solo quelli relativi alle transazioni più recenti. Apple Pay può essere utilizzato, inoltre, negli store di ambienti iOs o via web con il browser proprietario Safari.

Il servizio, lanciato negli Stati Uniti nell’ottobre del 2014, si è espanso gradualmente nel mondo: attualmente è attivo in Canada, Australia, Nuova Zelanda, Cina, Russia, Giappone, Singapore, Taiwan e in alcuni paesi europei (Regno Unito, Francia, Svizzera, Spagna e, dal 7 marzo, in Irlanda). L’aggiornamento sul sito di Apple Italia, con la dicitura “In arrivo”, fa pensare che a breve verrà lanciato anche da noi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here