Home Notizie Articoli di Economia e società Inaugurato il collegamento tra il Porto, la Tangenziale e la Romea

Inaugurato il collegamento tra il Porto, la Tangenziale e la Romea

629
porto

Il sindaco Brugnaro: Un’opera realizzata grazie alla collaborazione di più enti che permette di collegare il Porto di Venezia con la Romea e la tangenziale di Mestre

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha presenziato questa mattina, a Marghera, alla cerimonia di apertura ufficiale del nuovo collegamento tra la strada regionale 11, via dell’Elettricità ed il Porto di Venezia. Grazie a questo intervento, da oggi i Tir provenienti sia dalla Statale Romea che dalla Tangenziale di Mestre, non dovranno più usare il percorso urbano di Via Fratelli Bandiera per raggiungere l’incrocio che porta all’area del Porto commerciale, con un grande beneficio per il traffico urbano.

“E’ un segnale importante – ha sottolineato il sindaco – per la città: un’opera realizzata grazie alla collaborazione di più enti, che con il Comune hanno lavorato in maniera fruttuosa”. Il Sindaco ha voluto cogliere l’occasione per ringraziare pubblicamente il presidente uscente Costa per il grande lavoro fatto in questi anni per il rilancio del Porto di Venezia: “Spero che la collaborazione con lui possa ora continuare sotto altre forme, per non disperdere il patrimonio di competenze, entusiasmo, passione e dedizione alla città che ha dimostrato in questi anni. E’ importante lavorare tutti insieme per il rilancio di Venezia e che i primi a farlo siano proprio coloro che ci vivono. Solo col lavoro di tutti potremo vincere questa sfida”.

Alla cerimonia di inaugurazione, oltre al presidente dell’autorità portuale, Paolo Costa e all’assessore regionale ai Lavori pubblici, Elisa De Berti,  hanno preso parte anche l’assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini e il presidente della Municipalità di Marghera, Gianfranco Bettin.

Nello specifico, grazie alla realizzazione di una rotatoria, si è eliminato il semaforo all’incrocio tra via Fratelli Bandiera e via Cruto, che costituiva un vero e proprio “collo di bottiglia” per la viabilità: si stima una eliminazione dei tempi di attesa complessivi per gli automobilisti pari a 60.000 ore all’anno. Sono state inoltre realizzate importanti opere di bonifica nei terreni circostanti per evitare i frequenti allagamenti che causavano disagi alla circolazione sia stradale che ferroviaria.

L’intervento, del valore complessivo di 3 milioni di euro, è stato finanziato e realizzato interamente dall’Autorità Portuale di Venezia e incluso nel MISE, l’Accordo di Programma, siglato da Ministero dello Sviluppo Economico, Regione del Veneto, Comune e Autorità Portuale di Venezia, per la riconversione e la riqualificazione industriale di Porto Marghera: un programma di interventi, con stanziamenti previsti per complessivi 153 milioni di euro, che ha l’obiettivo di dare vita, entro i prossimi tre anni, alla rivitalizzazione produttiva e logistica del polo industriale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here