Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Cinture allacciate con il laptop Porsche

Cinture allacciate con il laptop Porsche

228
Il primo laptop firmato da Porsche, in collaborazione con Microsoft, disponibile da aprile, anche in Italia.

Porsche Design lancia il celebre marchio automobilistico nel mondo della tecnologia firmando un “prezioso” notebook, realizzato in coppia con Microsoft.

Lo stile di una delle automobili sportive più conosciute al mondo applicata a un laptop: è nato “Book One“, la nuova creazione hi-tech di Porsche Design, sussidiaria della casa automobilistica, in collaborazione con Microsoft. Si tratta del primo notebook firmato dalla casa tedesca, presentato al “Mobile World Congress”, la più importante fiera mondiale della telefonia in corso a Barcellona.

Il dispositivo è un prodotto convertibile, rotante a 360 gradi, che consente di dividere lo schermo dal resto del laptop, trasformandolo, di fatto, in un tablet. Sarà disponibile dal prossimo aprile in 17 Paesi, tra cui l’Italia, ma non sarà accessibile a tutte le tasche: partirà infatti da un prezzo di listino superiore ai 2.500 euro.

“Book One” punta molto sull’estetica, ma presenta anche specifiche tecniche di valore e vuole diventare – ha annunciato Roland Heiler, CDO di Porsche Design, durante la presentazione – il primo esponente di una “nuova categoria di prodotto”. In “Book One”, infatti, gli utenti potranno trovare un laptop, ma anche un tablet utilizzabile con il touchscreen e il pennino.

Ideato per essere estremamente maneggevole, pesa un chilo e mezzo, ha uno spessore di 15,9 millimetri e si avvale di uno schermo di 13,3 pollici. Al suo interno nasconde un processore Core i7 Intel, protetto da una scocca in alluminio anodizzato che in un angolo lascia spazio a una fotocamera da 5 megapixel.

Dalla sua nascita, la sussidiaria di Porsche ha spaziato in numerosi settori, dall’abbigliamento (con vestiti e accessori come occhiali e orologi) alla progettazione di yacht, e non è la prima volta che fa incursione nel mondo tecnologico: nel 2011 aveva firmato il “BlackBerry Bold 9900” e recentemente si è alleata con Huawei per creare un “Mate 9 – limited edition”, del quale sono state prodotte diecimila unità.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here