Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Carnevale di Venezia: arriva la regata sprint

Carnevale di Venezia: arriva la regata sprint

771
Carnevale di Venezia

Carnevale di Venezia: domani, domenica 19 febbraio 2017, la sfida che animerà il breve tratto del Canal Grande compreso tra San Marcuola e Rialto

Agonismo, sana competizione sportiva e massimo coinvolgimento di pubblico: il Carnevale di Venezia, nella sua edizione 2017, riscopre la passione per la voga e per le gare tra i canali, proponendo un’inedita “Regata Sprint” che coinvolgerà l’Associazione Agonistica di Voga alla Veneta e l’Ufficio Regate del Comune. La sfida, che animerà il breve tratto del Canal Grande compreso tra San Marcuola e Rialto, vanterà uno spirito trasversale, mettendo al remo uomini, donne e under 18, ma non trascurerà neppure l’animo più conviviale della festa veneziana, chiudendosi tra “ciccheti” e “fritole”.

L’appuntamento è per domani, alle 14, negli spazi della Pescheria di Rialto, ma la partenza ufficiale sarà mezz’ora dopo, all’altezza degli antichi Depositi del Megio; da lì le caorline in gara dovranno raggiungere nuovamente la riva rialtina, in un percorso che prevede un impegno di circa un minuto e mezzo. La breve distanza consentirà di organizzare una regata a batterie, ciascuna composta da tre imbarcazioni con un equipaggio da sei persone, di cui, come accennato, due saranno “campioni”, due “giovanissimi” e due donne. Le caorline vincitrici di ciascuna batteria andranno poi a concorrere in ulteriori batterie per stabilire la classifica definitiva. Al termine, sempre in Pescheria, i trionfatori assoluti della corsa saranno premiati con le bandiere della tradizione, quindi sarà la volta del rinfresco aperto a tutti i presenti.

Anche il Carnevale quest’anno avrà la sua parentesi agonistica, capace di regalare grandi emozioni con una serie di volate conclusive velocissime – spiega il consigliere comunale delegato alla tutela delle tradizioni Giovanni Giusto,La formula ideata, poi, permetterà agli spettatori posizionati lungo le rive più ‘strategiche’ di assistere ad ogni batteria dalla partenza al traguardo, a differenza di quanto accade normalmente con le regate in centro storico, i cui percorsi si snodano attraverso tutta la città e che quindi possono essere seguite solo per una frazione del totale. Infine, abbiamo scelto di recuperare anche la tradizione più golosa, chiudendo la manifestazione con i sapori della laguna, come si faceva con le regate di un tempo”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here