Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo CineNews: sono tre i film italiani selezionati per il festival di Cannes

CineNews: sono tre i film italiani selezionati per il festival di Cannes

127
CONDIVIDI
cannes
Il poster del 71/mo festival cinematografico di Cannes (8-19 maggio), di cui è stato annunciato il programma.

Fra i film in concorso al festival di Cannes ci sono “Dogman” di Matteo Garrone, ispirato al “canaro” della Magliana e “Lazzaro felice” diretto da Alice Rohrwacher, mentre “Euphoria” di Valeria Golino è stato scelto per Un Certain Regard.

Ci saranno anche due film italiani in corsa per la Palma d’oro alla 71/ma edizione del festival di Cannes, in programma dall’8 al 19 maggio: “Dogman”, di Matteo Garrone, e “Lazzaro felice”, diretto da Alice Rohwacher, mentre un terzo, “Euphoria” di Valeria Golino, farà parte della selezione parallela Un Certain Regard.

“Dogman” (di cui è appena uscito il TRAILER) è ispirato alla storia del “canaro” della Magliana, una vicenda violentissima nella Roma degli anni ’80, con Edoardo Pesce nei panni di un pugile dilettante che viene attirato in un negozio di toelettatura per cani e ucciso dal gestore (Marcello Fonte) dopo anni di soprusi. 

“Lazzaro felice”, racconta l’amicizia tra Lazzaro, un contadino che non ha ancora vent’anni ed è talmente buono da sembrare stupido, e Tancredi, giovane come lui, ma viziato dalla sua immaginazione: «La storia di una piccola santità senza miracoli, senza superpoteri o effetti speciali», ha spiegato in proposito l’autrice.

“Euphoria” segna il ritorno alla regia di Valeria Golino, con Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea nel ruolo di due fratelli diversissimi (uno imprenditore di successo, spregiudicato, affascinante e dinamico, l’altro scialbo insegnante delle medie) che la vita costringe a riavvicinarsi.

Tra gli altri film, i più attesi sono: “BlacKkKlansman” di Spike Lee, sul Ku Klux Klan; “Le livre d’image” dell’87enne Jean Luc Godard e “Three faces” dell’iraniano Jafar Panahi, a favore del quale gli organizzatori hanno fatto un appello, chiedendo al governo di Teheran di concedergli il diritto di espatrio che attualmente gli è negato. Sarà invece presentato fuori concorso “Un uomo di parola”, il documentario dedicato dal regista tedesco Wim Wenders a papa Francesco

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here