Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Paolo Villaggio, una breve bibliografia

Paolo Villaggio, una breve bibliografia

347

La Bur Rizzoli ripubblica a tempo di record i primi tre introvabili romanzi, dedicati al ragionier Fantozzi, ma ci sono molti altri libri di Paolo Villaggio.

Nel giorno dell’addio a Paolo Villaggio, con la camera ardente in Campidoglio e la cerimonia laica alla Casa del Cinema, fa piacere sapere che i primi tre libri del comico genovese, introvabili o da tempo esauriti, torneranno in libreria: successi da 900mila copie, in totale nelle varie edizioni, che dopo la sua morte, il 3 luglio scorso, verranno rimessi in circolazione a tempo di record.

«Villaggio è stato un grande narratore e soffriva di non essere riconosciuto come scrittore, soprattutto in Italia. Fino alla fine ha fatto una battaglia con la sua maschera» spiega Federica Magro, direttore editoriale della Bur Rizzoli, aggiungendo che Paolo andava molto fiero del Premio Gogol, come scrittore umoristico, ricevuto in Russia nel 2012. E il primo “Fantozzi”, uscito nel 1971, tornerà disponibile da metà di luglio, insieme a “Il secondo tragico libro di Fantozzi” e a “Fantozzi contro tutti“, nella collana “Contemporanea” della BUR, dedicata alla narrativa alta, non di genere.

Tra i titoli disponibili per Rizzoli c’è anche “Fantozzi, ragionier Ugo” uscito nel 2013 nella Vintage, la prima edizione celebrativa che raccoglieva la trilogia con una prefazione e un glossario di Stefano Bartezzaghi comprendente i neologismi inventati da Villaggio, (“megagalattico”, “megadirettore” ecc.). C’è poi “Fantozzi totale”, con un racconto inedito scritto per l’occasione, (Einaudi, 2010) e “La tragica vita del Ragionier Fantozzi” pubblicato nel 2012 da Mondadori negli Oscar Bestseller.

Dei nove titoli complessivi editi dal 1994 da Mondadori non sono comunque previste ristampe, per il momento: il primo è “Fantozzi saluta e se ne va“, il più venduto l’autobiografia “Vita, morte e miracoli di un pezzo di merda” del 2002, ma c’è anche “Lei non sa chi eravamo noi“, del 2014, scritto insieme ad Adriano Panatta. 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here