Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Baglioni ha scremato le Nuove Proposte di Sanremo

Baglioni ha scremato le Nuove Proposte di Sanremo

212
sanremo
Claudio Baglioni e la commissione stanno scegliendo le Nuove Proposte del prossimo Festival di Sanremo.

La commissione musicale del Festival di Sanremo, guidata da Claudio Baglioni, ha ridotto da 68 a 16 i giovani aspiranti partecipanti alla prossima kermesse.

Dopo aver portato da 60 a 68 le Nuove Proposte di Sanremo 2018 che hanno avuto accesso alle audizioni live, Claudio Baglioni e la sua commissione musicale hanno alzato da 12 a 16 il numero dei finalisti della categoria Giovani che si sfideranno nella serata di Sarà Sanremo (in onda in diretta da Villa Ormond, venerdì 15 dicembre su Rai1) per conquistare i sei posti che daranno accesso al palco dell’Ariston.

Tra di loro, come già accaduto per Ermal Meta e non solo, ci sono dei ragazzi che non sono nati in Italia e diversi nomi già noti: alcuni in arrivo da altri talent show (come Eva, già vista nell’edizione di X Factor dello scorso anno) e anche figli d’arte, Iosonoaria è stata messa al mondo da Sabina Ciuffini, leggendaria ex valletta di Mike Bongiorno.

Avranno un mese per farsi conoscere e promozionare il loro brano prima della finale del 15 dicembre, poi ai sei prescelti si aggiungeranno altri due colleghi provenienti dalla selezione di Area Sanremo, per arrivare al consueto numero di otto concorrenti per la categoria Nuove Proposte…a meno di nuove revisioni del regolamento da parte dei responsabili.

«Quest’anno Sanremo darà grande spazio ai giovani – ha spiegato BaglioniNe abbiamo valutati 650 e selezionati 68, invece di 60, dopo averli ascoltati tutti dal vivo. Sessantotto come le edizioni del Festival: un numero rivoluzionario come l’anno del ’68, la cui eredità positiva fu l’affermazione dei diritti e dei sogni della generazione giovani. Per questo abbiamo deciso di modificare il regolamento e portare alle finali di dicembre, 16 e non 12 concorrenti». Ha detto anche che scegliere è stato difficile, perché le proposte e le voci erano tutte estremamente interessanti, augurandosi che i ragazzi sorprendano il pubblico come hanno sorpreso la commissione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here