Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Alessandro Borghi padrino della Mostra del Cinema di Venezia

Alessandro Borghi padrino della Mostra del Cinema di Venezia

293
Alessandro Borghi alla Mostra del Cinema di Venezia, di cui sarà il padrino in occasione dell'edizione 2017.

La prossima Mostra del Cinema di Venezia non avrà una madrina, come si usa di solito, ma sarà inaugurata e chiusa dall’attore emergente Alessandro Borghi.

Alessandro Borghi condurrà le serate di apertura e di chiusura della 74/ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2017, diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Paolo Baratta. L’attore romano svolgerà, sul palco della Sala Grande, un compito solitamente assegnato ad attrici (anche se a Cannes lo ha fatto più volte il collega Lambert Wilson), in occasione dell’inaugurazione di mercoledì 30 agosto e della premiazione del 9 settembre.

Alessandro Borghi, 19 settembre 1986, è uno dei più interessanti attori italiani della nuova generazione: dopo una lunga gavetta televisiva si è fatto notare (insieme al collega Luca Marinelli, a sua volta in forte ascesa) nel film culto di Claudio Caligari “Non essere cattivo”, presentato alla 72/ma edizione della Mostra veneziana, acclamato da pubblico e critica e selezionato dall’Italia come film straniero candidato agli Oscar 2016.

Lo stesso anno Borghi ha indossato i panni del terribile Numero 8, fra i protagonisti di “Suburra” di Stefano Sollima, accanto a Claudio Amendola, Pierfrancesco Favino ed Elio Germano. E grazie alle notevoli interpretazioni in queste due pellicole ha ottenuto altrettante nomination ai David di Donatello, oltre a vincere il Nastro d’Argento come attore rivelazione.

L’anno scorso, sempre alla rassegna veneziana, era presente in “Il più grande sogno“, opera prima di Michele Vannucci, basata su una storia vera, e nel cortometraggio “Ningyo”, diretto da Gabriele Mainetti, mentre quest’anno è stato scelto per rappresentare l’Italia agli Shooting Stars del Festival di Berlino.

Tra i suoi ultimi progetti: “Fortunata“, l’ultimo film di Sergio Castellitto presentato alla 70/ma edizione del Festival di Cannes; “Suburra-la serie”, prima produzione italiana per Netflix, di cui ha da poco ha terminato le riprese per spostarsi sul set del nuovo lavoro di Ferzan Ozpetek, “Napoli Velata”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here