Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Al Parco di Monza va in scena l’I-Days 2017

Al Parco di Monza va in scena l’I-Days 2017

303
0
Il poster dell'I-Days 2017 che, al Parco di Monza, propone Green Day, Radiohead, Linkin Park e Justin Bieber.

Il Parco di Monza ospita l’i-Day 2017, uno degli eventi dell’estate, che oggi presenta i Radiohead, domani i Linkin Park e domenica Justin Bieber.

Ha preso il via ieri sera l’I-Days 2017, la grande festa della musica live che per quattro giorni anima il Parco di Monza, con un cast che mai come quest’anno ha rilevanza internazionale, uno degli eventi dell’estate, con un pubblico arrivato, o in arrivo, da tutta Italia e da altri 85 Paesi del mondo. Il debutto è stato affidato a, in ordine di apparizione, Shandon, Tre Allegri Ragazzi Morti, Rancid e Green Day, (qui una cronaca della giornata) mentre oggi tocca ai Radiohead, reduci dal tutto esaurito di Firenze.

Prima della band di Thom Yorke e Jonny Greenwood, saliranno sul palco, sempre in ordine di apparizione: Pumarosa, Michael Kiwanuka e James Blake; domani Nothing But Thieves, Sum 41, Blink 182 e gli headliner Linkin Park; domenica gran finale all’insegna di Alma, Bastille, Martin Garrix e Justin Bieber.

L’area concerti ha una capienza di 80.000 persone, un’altezza palco equiparabile a una casa di sei piani e un fronte di 60 metri di larghezza, ma sarà possibile seguire ogni momento del festival anche su tre megaschermi di 8 metri per 5.

L’evento nasce dall’esperienza di Indipendente Eventi e Concerti, che all’Independent Days, dalla prima edizione del 1999 in poi, ha portato artisti di culto come Joe Strummer, Muse, Nine Inch Nails, Arcade Fire, Sonic Youth, Manu Chao, Queens Of The Stone Age, Arctic Monkeys e Tool.

Per la parte legata al territorio anche quest’anno Brianza Rock Festival, in collaborazione con Regione Lombardia, ha attivato il contest per musicisti a cui hanno partecipato oltre 600 band e giovani artisti, e grazie alla sua identità strettamente connessa alle realtà locali si è unito all’I-Days dando visibilità ai suoi contenuti, con la musica italiana rappresentata dai gruppi emergenti e dalle realtà espressive e sociali del luogo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here