Home Notizie Articoli di Cultura e Spettacolo Al cinema è duello “Alien: Covenant” vs. “King Arthur”

Al cinema è duello “Alien: Covenant” vs. “King Arthur”

240
0
Il poster di "King Arthur - Il potere della spada", diretto dal regista di "Sherlock Holmes", Guy Ritchie.

Oltre ai duellanti “Alien: Covenant” e “King Arthur, arrivano oggi nei cinema: “Song to song”, “Richard – Missione Africa” e “Tutto quello che vuoi”.

Fra i film in arrivo oggi (o da ieri per l’ultimo #cinema2day) nelle sale italiane spiccano “Alien: Covenant” e “King Arthur”, diretti da due registi inglesi, rispettivamente Sir Ridley Scott e Guy Ritchie (uno dei due ex mariti di Madonna, l’altro è il collega, ma soprattutto attore Sean Penn) ed entrambi con circa 500 schermi a disposizione.

Alien: Covenant” è ambientato dieci anni dopo il precedente di Scott – “Prometheus”, del 2012 – e torna alle radici della saga di “Alien” con una storia condita da avventura e nuove mostruose creature, grazie a cui il regista si avvicina alla rivelazione delle misteriose origini della madre di tutti gli alieni, protagonista della serie iniziata con il film del 1979, l’unico della saga da lui diretto.

King Arthur: Il potere della spada” racconta in chiave action e fantasy la non inedita storia di Re Artù e della sua ascesa dalle strade al trono grazie anche al potere concessogli da Excalibur, la famosa spada estratta dalla roccia

In “Song to song“, Terrence Malick si avvale di un notevole cast (Ryan Gosling, Rooney Mara, Michael Fassbender, Natalie Portman e Cate Blanchett) per seguire le vicende vite di due coppie, le cui esistenze si intrecciano in un mondo di seduzioni e tradimenti, sullo sfondo della scena musicale di Austin, in Texas.

L’immancabile pellicola animata della settimana è la tedesca “Richard – Missione Africa“: un passerotto adottato da una famiglia di cicogne, e che cicogna si crede, avrà problemi quando, con l’inverno, la famiglia si appresterà a migrare in Africa.

Tutto quello che vuoi” è invece il film italiano, di da Francesco Bruni, che tenta di replicare il successo del precedente “Scialla!” con un altro confronto, tra un giovane e un anziano, interpretato dal regista Giuliano Montaldo, che soffre di disturbi della memoria.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here