Home Notizie Articoli di Economia e società A Venis il premio Venezia Sicura

A Venis il premio Venezia Sicura

607
venis

366 candidature presentate, 77 progetti finalisti e 209 aziende partecipanti, questi i numeri della decima edizione del “Premio H d’oro”, l’iniziativa che valorizza le migliori realizzazioni di sicurezza e che si è svolta ieri, venerdì 23 ottobre, a Venezia presso la Fondazione Giorgio Cini sull’Isola di San Giorgio.
I progetti sono stati selezionati da una Giuria altamente qualificata, composta da personalità istituzionali, rappresentanti dell’utenza finale, associazioni di settore e della stampa, che ha valutato i progetti secondo parametri di qualità, innovazione e integrazione di diverse tecnologie.
Nella categoria “infrastrutture e servizi” è stato premiato come finalista il sistema di videosorveglianza urbana e controllo del traffico acqueo di Venezia, un progetto, finanziato dal Comune di Venezia e dal Ministero dell’Interno, nato con lo scopo di aumentare la sicurezza dei cittadini e la protezione dei beni architettonici di Venezia.
Il premio speciale “Venezia sicura” è stato riconosciuto a Venis, società del Comune di Venezia per l’Informatica e le Telecomunicazioni, che ha progettato e realizzato un sofisticato sistema di videosorveglianza urbana basato su telecamere ad alta risoluzione con controllo e registrazione centralizzati, e per il sistema di controllo del moto ondoso e monitoraggio del traffico acqueo.
La rete in fibra ottica del Comune di Venezia consente alle Centrali Operative della Polizia Municipale, della Polizia di Stato e del Comando Provinciale dei Carabinieri, la visualizzazione delle immagini del sistema di videosorveglianza urbana.
I due premi, assegnati a Venis quale azienda realizzatrice, sono stati ritirati dal condirettore generale Marco Bettini, che ha sottolineato: “Questo è il riconoscimento di un lavoro di squadra tra Amministrazione Comunale, Comando della Polizia Municipale di Venezia e Venis, che fortemente credono nell’importanza di proteggere – anche con l’uso delle tecnologie più avanzate – un patrimonio artistico e paesaggistico unico al mondo”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here